Debiti Pa, in autunno nuova partita da almeno 30 mld per il 2014

martedì 14 maggio 2013 15:18
 

* La fase due vale altri 20 mld per Bankitalia

* Btp per rimborsare 11 mld comprati pro soluto dalle banche

* Il ruolo della Cdp

di Giuseppe Fonte

ROMA, 14 maggio (Reuters) - La nuova tranche di debiti commerciali da liquidare dovrebbe avere un valore di almeno 30 miliardi e a beneficiarne saranno anche le banche, non solo le imprese.

Mentre l'aula della Camera prosegue con l'esame del decreto sui primi 40 miliardi da erogare alle imprese tra 2013 e 2014, il ministero dell'Economia si prepara alla "fase due", come l'ha definita ieri il relatore del Pd Marco Causi.

Il Tesoro comincerà a fornire le prime indicazioni su come intende "completare il pagamento dei debiti" commerciali con la Nota di aggiornamento al Def. Lo prevede un emendamento approvato ieri in commissione Bilancio su iniziativa di Bruno Tabacci (Centro democratico).

La Nota, ha promesso il ministro Fabrizio Saccomanni, arriverà in tempi compatibili con la chiusura della procedura per deficit eccessivo, cioè tra il 29 maggio e i primi di giugno.

La vera partita si giocherà però a settembre, dopo aver chiuso il negoziato con la Commissione europea sui nuovi margini di flessibilità per il 2014. Il governo vuole alzare il deficit nominale del prossimo anno per liquidare altri 7-8 miliardi (lo 0,5% del Pil) di fatture relative a spese in conto capitale.   Continua...