Grecia pensa di tornare su mercato bond a inizio 2014 - Samaras

martedì 14 maggio 2013 09:04
 

ATENE, 14 maggio (Reuters) - La Grecia ha in programma di tornare a vendere bond all'inizio del 2014, dopo quattro anni di esclusione dai mercati dei capitali internazionali.

Lo ha detto il primo ministro Antonis Samaras.

Si tratta della previsione più ottimista mai fatta da un funzionario greco circa il ritorno sul mercato obbligazionario, migliore di quella indicata la settimana scorsa dal ministro delle finanze Yannis Stournaras, secondo cui non sarebbe accaduto prima della fine del 2014 [ID: nL6N0DQ0DE]

"Stiamo già programmando il ritorno della Grecia sul mercato nella prima metà del prossimo anno", ha detto Samaras ieri.

I creditori internazionali di Atene sono però più pessimisti.

Nella bozza ottenuta da Reuters ieri, Ue e Fondo monetario internazionalehanno detto che ci vorranno diversi anni prima che il Paese possa tornare pienamente sul mercato dei capitali.

La Grecia è fuori dei mercati obbligazionari dall'inizio del 2010, quando - colpita dalla crisi del debito - è stato il primo Paese della zona euro a chiedere un salvataggio internazionale. Da allora ha potuto collocare solo carta a brevissimo, per lo più a banche nazionali.

Irlanda e Portogallo, che hanno beneficiato anche loro del salvataggio Ue/Fmi, hanno fatto maggiori progressi rispetto ad Atene e sono riuscite a vendere nuovamente debito a lungo termine.

I rendimenti dei titoli a 10 anni greci sono scesi sotto il 10% la scorsa settimana, livello più basso da mesi. L'ottimismo greco è stato alimentato anche dal fatto di aver ottenuto il certificato di buona salute dai creditori internazionali il mese scorso. Ciò ha permesso di ricevere ieri la tranche di 7,5 miliardi di euro dai ministri delle finanze dell'Eurogruppo.   Continua...