Grecia, progressi su vendita asset pubblici insoddisfacenti - Ue/Fmi

lunedì 13 maggio 2013 14:29
 

BERLINO, 13 maggio (Reuters) - I progressi compiuti dalla Grecia sul versante della privatizzazione degli asset statali sono insoddisfacenti, ma le prospettiva complessiva del debito resta invariata, vista l'accelerazione dei tagli al bilancio.

E' quanto scrivono in una bozza di documento, che Reuters ha potuto visionare, i creditori internazionali di Atene.

Nel report compilato da Unione europea e Fondo monetario internazionale per valutare i passi avanti compiuti dal Paese nel raggiungimento degli obiettivi previsti dal piano di sostegno finanziario, si legge che i ricavi dalle privatizzazioni sono stati ridotti a 2 miliardi quest'anno dai 2,6 miliardi di euro.

Il documento, inoltre, prevede che Atene impieghi diversi anni per avere pieno accesso al mercati finaziari, una volta terminato il programma di bailout, ovvero nel 2014. Il governo greco aveva detto di sperare di tornare sul mercato dei bond alla fine dell'anno prossimo.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia