Enel, spero voci aumento Robin tax senza fondamento - AD Conti

giovedì 9 maggio 2013 09:53
 

ROMA, 9 maggio (Reuters) - L'AD di Enel Fulvio Conti spera che non sia fondata la voce di un aumento della Robin tax perché, dice, tale misura non aiuterebbe lo sviluppo.

"Mi auguro che siano solo delle voci senza fondamento. Aumentare la Robin tax non è una politica favorevole all'industria e allo sviluppo del Paese". ha detto Conti a margine della premiazione Enel Lab.

Sulla stampa si ipotizza l'utilizzo di questa tassa, con un inasprimento, per finanziare la cassa in deroga e le altre misure di sostegno all'economia.

Lo scorso 30 aprile Conti si era detto fiducioso che il nuovo governo non avrebbe modificato le regole della Robin Tax, che dal 2014 prevedono un calo dell'aliquota al 6,5%, dall'attuale 10,5%.

"La Robin Tax ha comportato un impatto di circa 500 milioni sull'utile di gruppo all'anno che si ridurrà a circa 200 milioni a partire dal 2014. Confidiamo che il nuovo governo lavori in questo senso", ha detto in quella occasione il manager.

La cosiddetta Robin Tax, è un'addizionale all'Ires, la tassa sulle società, che colpisce principalmente le imprese energetiche e che dall'agosto del 2011 era stata aumentata di circa 4 punti ed estesa a società fino ad allora esenti.

(Alberto Sisto)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia