PUNTO 1-Bce, dibattito tra consiglieri su modi sostegno credito Pmi

mercoledì 8 maggio 2013 17:24
 

(Riscrive, cambia lead, aggiunge dichiarazione Mersch)

BRUXELLES/AACHEN, Germania, 8 maggio (Reuters) - Prosegue a distanza tra i consiglieri della Banca centrale europea il dibattito sulle misure che Francoforte potrebbe adottare per sostenere il credito alle piccole e medie imprese.

Ad alimentare la discussione un articolo del quotidiano tedesco 'Die Welt', secondo cui la maggior parte dei componenti del consiglio della Bce sarebbe a favore di un piano di acquisto di obbligazioni bancarie garantite (Asset Backed Securities).

La scorsa settimana, il presidente Bce Mario Draghi ha annunciato l'istituzione di una task-force con la Banca europea per gli investimenti (Bei) per valutare le modalità con cui sbloccare il credito alle Pmi, per esempio promuovendo il mercato delle Abs garantite da prestiti alle imprese di piccole e medie dimensioni.

In questo modo le banche potrebbero trasferire parte del rischio di credito su altri investitori mentre tentano di rafforzare i loro requisiti patrimoniali in modo da rispondere ai nuovi criteri normativi, motivo spesso citato come causa della loro riluttanza a concedere prestiti.

Rispondendo a una domanda sull'articolo del quotidiano, Asmussen ha spiegato che la discussione all'interno della Bce su quello che si potrebbe fare per far ripartire i prestiti alle piccole e medie imprese sta andando avanti.

"Abbiamo la mente aperta a tutte le cose che possiamo fare all'interno del nostro mandato e questo ha a che fare con le modalità con cui è possibile rilanciare il mercato europeo delle Abs, specialmente quelle garantite da prestiti alle piccole e medie imprese", ha detto Asmussen.

Più cauto il collega Yves Mersch, che, intervenendo a un panel ad Aachen, nel nord della Germania, ha affermato che la Bce non darà sussidi ai mercati tramite acquisiti asset.

"Non daremo sussidi ai mercati, non ci sostituiremo ai mercati, cosa che non è nei nostri compiti", ha assicurato Mersch.   Continua...