Pd, domani "caminetto" per tentare accordo su segretario pro-tempore

martedì 7 maggio 2013 16:09
 

* Calano quotazioni Epifani, eletto presidente di commissione

* Manca ancora ordine del giorno dell'assemblea

* Renzi pronto a votare candidato con più consensi, dice fonte

di Massimiliano Di Giorgio

ROMA, 7 maggio (Reuters) - In attesa dell'assemblea nazionale di sabato, a cui parteciperà anche il neo premier Enrico Letta, ancora formalmente vice segretario del Pd, domani pomeriggio il vertice democratico proverà a trovare l'accordo sul nome del leader pro-tempore che guiderà il partito fino al congresso in autunno e dovrà evitare polemiche col governissimo.

Sabato prossimo sarà l'assemblea nazionale a votare il nuovo segretario, che resterà in carica fino al congresso, previsto per il prossimo ottobre. Senza un'intesa preventiva tra le correnti principali del Pd, però, nella riunione alla Fiera di Roma si rischia una prova di forza che potrebbe dividere ancora di più il partito, già colpito dal fallimento del tentativo del segretario uscente Pier Luigi Bersani di formare un governo e poi dalla mancata elezione di due suoi "padri nobili", Franco Marini e Romano Prodi, al Quirinale impallinati dai franchi tiratori del partito.

Sulla carta, i due principali candidati alla carica restano ancora l'ex segretario della Cgil Gugliemo Epifani e l'ex segretario della Federazione giovanile del Pci Gianni Cuperlo. Ma oggi Epifani è stato eletto alla presidenza della commissione Industria della Camera, e dunque sembra poco probabile che possa ora arrivare per lui un incarico di partito, dice un membro della ex segreteria guidata da Bersani.

E dopo che anche l'ex capogruppo al Senato Anna Finocchiaro sembra fuori dalla corsa, dato che è stata eletta alla guida della commissione Affari costituzionali di Palazzo Madama, nel partito circola ora il nome del governatore della Toscana Claudio Martini, vicino a Bersani, come possibile candidato leader, mentre sembrano calate le quotazioni di Vasco Errani, presidente dell'Emilia-Romagna e considerato un fedelissimo del segretario uscente.

  Continua...