Btp restano in rialzo pur sotto picchi apertura, spread area 255 pb

venerdì 3 maggio 2013 12:19
 

MILANO, 3 maggio (Reuters) - E' ancora in rialzo il mercato
dei Btp a metà seduta - anche se ha attenuato la corsa vista
alle prime battute - con rendimenti in netto calo a nuovi minimi
e spread in area 255 punti base, atteso in ulteriore flessione. 
    I dealer dicono che nel corso della mattinata sono arrivate 
prese di beneficio rispetto all'impennata dell'apertura, ma il
clima del mercato resta molto positivo, sostenuto soprattutto
dalle parole di Mario Draghi di ieri e da forti acquisti di
investitori alla ricerca di asset che ancora danno rendimenti
appetibili, come quelli dei paesi periferici.
    "Il mercato è decisamente positivo e la gente va alla
ricerca di asset che diano ancora un po' di buon rendimento"
dice Alessandro Giansanti, strategist di Ing. "Il supporto
principale è venuto dalla Bce che ieri ha confermato di essere
pronta a sostenere i paesi in difficoltà, ma non solo: hanno
portato beneficio in particolare alle quotazioni italiane anche
il fatto che abbiamo un nuovo governo, che Moody's ha confermato
il rating dell'Italia, che c'è l'intenzione di non sforare con
il deficit, insomma un quadro tutto sommato positivo e non
percepito come rischioso".
    Oggi la Commissione Europea nelle sue stime di primavera ha
detto che l'Italia resta in recessione nel 2013, ma che a
partire dalla seconda metà di quest'anno dovrebbero evidenziarsi
i primi segnali di stabilizzazione e una moderata ripresa
economica, favorita anche dalla recente decisione del governo di
rimborsare i debiti arretrati della pubblica amministrazione
. Olli Rehn inoltre ha detto che la Ue è propensa
a chiudere la procedura per deficit eccessivo se Roma prosegue
sulla strada del consolidamento dei conti. 
    Del resto i rendimenti di Francia, Austria e Belgio hanno
segnato stamane nuovi minimi storici "e dunque gli investitori
vanno alla ricerca di titoli che ancora danno un po' di
rendimento prima che scendano ulteriormente" dice un dealer. 
    Su piattaforma Tradeweb il differenziale di rendimento tra
Btp e Bund a 10 anni a metà seduta è in area 255
punti base dopo che in apertura è sceso fino a 251 punti base
registrando il livello più basso dal luglio 2011, dai 263 punti
base della chiusura di ieri.
   Il rendimento del Btp 10 anni benchmark stamane
è sceso sotto la soglia di 3,70% che i dealer indicano come il
livello più basso dal 3,64% segnato il 22 febbraio 2006 - quando
peraltro lo spread Btp/Bund era in area 20 punti base. A metà
seduta è tornato 3,743%, comunque in calo da 3,791% della
chiusura di ieri. 
    Il rendimento del Btp benchmark a 2 anni è a 1,230%, il
livello più basso dopo l'1,159% del dicembre 2009.
   I rendimenti dei titoli a 10 anni di Francia ,
Austria e Belgio hanno segnato
stamane nuovi minimi storici rispettivamente a 1,65%, 1,436% e 
1,905%. 
   Il tasso del decennale spagnolo è sceso sotto
il 4% per la prima volta dall'ottobre 2010, e anche quello
portoghese è al minimo di due anni e mezzo. 
    Di tutti i messaggi inviati ieri dalla Bce 
quello che ha dato più sostegno è stato quello relativo ai tassi
sui depositi.
    Ieri il presidente Mario Draghi ha detto che la Bce è
"tecnicamente pronta" a tagliare il tasso sui depositi overnight
dall'attuale livello di zero a un territorio negativo, il che
significa che le banche dovrebbero iniziare a pagare per
depositare i loro fondi in eccesso overnight. 
    Questo messaggio è stato attenuato stamane da due membri del
board della Bce: Ewald Nowotny Da Bratislava e Erkki Liikanen da
Francoforte che hanno precisato che non sarà cosa da realizzare
nel breve termine.
    "Queste dichiarazioni hanno aperto la strada alle prese di
beneficio, ma mi aspetto che il lo spread italiano continui a
scendere e possa arrivare nelle prossime 2/3 settimana a 230
punti base" dice ancora Giansanti.
    Un altro dealer sottolinea che nel corso della mattinata è
"subentrata anche la prudenza in attesa del dato chiave sul
mercato del lavoro Usa del pomeriggio che potrebbe portare molta
volatilità sui mercati". Dopo i nuovi 88.000 ocupati non
agricoli di marzo, le attese Reuters sono per altri 145.000
nuovi posti di lavoro in aprile.


 =========================== 12,00 ============================ 
 
FUTURES BUND GIUGNO         146,83   (-0,33)           
FUTURES BTP GIUGNO          117,45   (+0,61)           
BTP 2 ANNI  (MAR 15)    102,280  (+0,087) 1,228%   
BTP 10 ANNI (NOV 22)   114,369  (+0,522) 3,725%
BTP 30 ANNI (SET 40)   106,987  (+1,225) 4,601% 
========================= SPREAD (PB)=========================  
                                             ULTIMA CHIUSURA    
TREASURY/BUND 10 ANNI   46            47 
BTP/BUND 2 ANNI          125           132        
BTP/BUND 10 ANNI       254           263  
livelli minimo/massimo              251,2-257,6  262,3-273,2   
BTP/BUND 30 ANNI       263           263        
 
SPREAD BTP 10/2 ANNI                  249,7         250,6   
SPREAD BTP 30/10 ANNI                 87,6           88,7       
============================================================== 
(Gabriella Bruschi) 
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia