Italia, chiusura procedura Ue su deficit se risanamento prosegue - Rehn

venerdì 3 maggio 2013 11:48
 

BRUXELLES, 3 maggio (Reuters) - Il deficit italiano stimato sotto il 3% nel 2013 "facilita l'uscita dalla procedura di deficit eccessivo" per l'Italia "purché continui l'impegno per il consolidamento delle finanze pubbliche". Lo ha detto il commissario Ue agli affari economici Olli Rehn.

Rehn ha ribadito che per l'abrogazione della procedura, il "deficit deve restare sotto il 3% quest'anno e oltre".

Infine Rehn ha detto di essere in contatto con il neo-ministro italiano all'economia Fabrizio Sacomanni. "Aspetto dettagli sul programma di stabilità rivisto nelle prossime settimane", ha detto Rehn in conferenza stampa a Bruxelles.

A Francia e Spagna è stata invece concessa una proroga di due anni per il rientro del disavanzo entro i paletti comunitari.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia