Nuova manovra per calo deficit 2013 e uscita da procedura Ue - Ocse

giovedì 2 maggio 2013 12:23
 

ROMA, 2 maggio (Reuters) - Per l'Italia si profila una nuova manovra correttiva per abbassare il deficit 2013 in rapporto al Pil se vuole ottenere la chiusura dalla procedura Ue per deficit eccessivo, secondo l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico.

"Se l'Italia vuole ridurre il deficit eccessivo allora dovremo vedere altre misure", ha detto il capo dell'Ocse Angel Gurria in un seminario al Cnel a Roma.

"L'Italia deve ridurre il deficit 2013 se vuole uscire dalla procedura Ue. Sarebbe molto importante in termini di credibilità", ha confermato nella stessa occasione Pier Carlo Padoan, capo economista dell'organizzazione di Parigi.

"Il rush finale va completato. Noi riteniamo che sia meglio chiedere flessibilità nel 2014", ha aggiunto.

"Se la priorità del governo è la crescita, si devono fare scelte fiscali coerenti. L'indicazione del governo Letta di ridurre l'imposizione fiscale sul lavoro va in questa direzione. Altre scelte si potranno fare più tardi garantendo le coperture", ha detto ancora l'economista commentando il dibattito in corso sulla cancellazione dell'Imposta municipale sulla prima casa.

(Giuseppe Fonte, Roberto Landucci, Gavin Jones)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia