Crisi, Quirinale taglia ricevimento festa Repubblica per "sobrietà"

giovedì 2 maggio 2013 10:55
 

ROMA, 2 maggio (Reuters) - Quest'anno il tradizionale ricevimento in Quirinale alla vigilia della festa della Repubblica, a cui partecipano autorità, ambasciatori e altri vip, anche della società civile, non si terrà, per dare un segnale di "sobrietà" visto il tempo di crisi economica e sociale. Lo annuncia una nota della presidenza della Repubblica.

"Per ragioni di sobrietà e di massima attenzione al momento di grave difficoltà che larghe fasce di popolazione attraversano, non avrà invece luogo il tradizionale ricevimento del primo giugno riservato alle autorità istituzionali, a esponenti della società civile e ai capi missione delle rappresentanze diplomatiche in Italia", dice il comunicato, che conferma invece il messaggio augurale trasmesso in tv il 2 giugno dal capo dello Stato e l'apertura nella stessa giornata dei giardini del Quirinale ai cittadini.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia