PUNTO 1-Imu, secondo Brunetta salterà anche a settembre e dicembre

lunedì 29 aprile 2013 17:04
 

(Aggiunge dichiarazioni Brunetta)

ROMA, 29 aprile (Reuters) - Gli italiani non verseranno la tassa sulla casa, l'Imu, non solo nella prima tranche prevista a giugno ma nemmeno in quelle successive di settembre e dicembre, secondo il capogruppo del Pdl alla Camera, Renato Brunetta.

"Vi assicuro che non si pagherà né a settembre, né a dicembre", ha detto Brunetta a RaiNews24 dopo che il neo premier, Enrico Letta, ha annunciato nel discorso alle Camera per la fiducia che il governo ha intenzione di mettere uno "stop" all'Imu di giugno in attesa di decidere in che modo intervenire sull'imposta.

Anche il segretario del Pdl, e ora vicepremier e ministro dell'Interno nel governo di larghe intese, Angelino Alfano, ha tenuto a precisare che "nell'avvio del discorso di Letta sono contenuti i nostri valori e le nostre idee: dall'azzeramento delle tasse per i nuovi assunti alla vera notizia: non si paga l'Imu a giugno. Questo è motivo di grande soddisfazione".

Uno dei punti centrali del programma presentato in campagna elettorale di Silvio Berlusconi, leader del Pdl, è l'abolizione dell'Imu sulla prima casa e la cancellazione dell'importo versato nel 2012.

Nel 2012 l'Imu ha fruttato alle casse dello Stato 4 miliardi.

A chi, in una trasmissione di SkyTg24, chiedeva a Brunetta dove il governo reperirà le risorse necessarie alla cancellazione della tassa sugli immobili, il professore veneziano - che secondo alcune ricostruzioni stampa puntava a occupare un ministero economico - ha risposto ironico: "Hanno voluto un super ministro per l'Economia, adesso auguri, trovi le risorse".

Il riferimento è al nuovo numero uno di Via XX Settembre, Fabrizio Saccomanni che fino a ieri era direttore generale della Banca d'Italia.

Brunetta nega di aver avuto ambizioni da ministro: "Non è mai stato previsto che fossi ministro, c'è un bravissimo tecnico all'Economia come Saccomanni, io controllo dal Parlamento la realizzazione del programma, in particolare i nostri punti, meglio di cosi...".   Continua...