Btp archiviano buone aste a tassi in netto calo con nuovo governo

lunedì 29 aprile 2013 13:16
 

MILANO, 29 aprile (Reuters) - Il mercato obbligazionario
italiano ha archiviato stamane con successo la prima asta con il
nuovo governo Letta, ancor prima che esso abbia ottenuto la
fiducia, data dal mercato per scontata. 
     Il Tesoro ha collocato stamane 6 miliardi di titoli a 5 e
10 anni, il massimo del range offerto di 4-6 miliardi, a
rendimenti scesi ai minimi da ottobre 2010. 
    "Le aste sono state una buona occasione per esprimere
l'approvazione per il nuovo governo, nella speranza che si
prendano finalmente decisioni per la crescita" dice uno
strategist. "E la figura di Saccomanni al dicastero
dell'Economia è vista come una buona mossa in questa direzione".
     In un colloquio riportato sull'edizione domenicale de La
Repubblica, Saccomanni ha detto di voler ridurre spesa pubblica
e tasse per spingere la crescita e far calare lo spread tra
decennali italiani e tedeschi dall'attuale livello poco sotto i
300 punti base a "100 e anche meno". 
    Letta leggerà il suo atteso discorso programmatico alla
Camera questo pomeriggio alle 15,00, mentre il voto di fiducia
al suo governo non comincerà prima delle 20,00. 
     Intorno alle 12,40 il differenziale tra rendimento del
decennale di riferimento italiano e tedesco quota in area 273
punti base, dai 286 punti base della chiusura di
venerdì. Mercoledì scorso aveva segnato a 264,0 pb un minimo da
inizio febbraio. 
    Il rendimento del Btp benchmark, il novembre 2022, è a
3,958% dalla chiusura venerdì di 4,073%. Lo stesso
mercoledì scorso aveva segnato a 3,90% un minimo da due anni e
mezzo. 
   "All'esito dell'asta - decisamente positivo - hanno
contribuito le notizie arrivate sul fronte politico. L'entrata
in carica del nuovo governo aumenta la possibilità di fare le
riforme istituzionali, anche solo quella della legge elettorale,
e rappresenta comunque una rassicurazione sotto il punto di
vista dei conti pubblici" dice Alessandro Giansanti, di Ing. 
"Ciò si inserisce in un quadro di mercato in cui si sente forte
il supporto delle banche centrali dal punto di vista della
liquidità, cosa che spinge gli investitori ad andare a caccia di
rendimenti. Nelle prossime settimane potremmo vedere il
differenziale stringersi fino a 200 punti base". 
    
    RENDIMENTI IN ASTA A MINIMI DI DUE ANNI E MEZZO 
    Il Btp maggio 2023 è stato collocato a un rendimento del
3,94% dal 4,66% dell'asta di un mese fa e il Btp giugno 2018 a
2,84% da 3,65%, segnando in entrambi i casi il livello più basso
dall'ottobre 2010. 
   "Il Tesoro ha sfruttato in pieno la buona apertura di questa
mattina del mercato, in risposta alla formazione del governo,
con l'Italia che sovraperformava non solo la Germania, ma anche
Spagna e Irlanda" dice Chiara Manenti, strategist di Intesa
SanPaolo. "La domanda si è dimostrata molto forte, soprattutto
sul dieci anni, dove la ricerca del rendimento da parte degli
investitori ha favorito il risultato dell'asta. 
    "Il Btp maggio 2023 è una buona occasione per gli
investitori che vogliono allungare le scadenze dal 5 al 10 anni.
Il decennale in asta infatti è appetibile sia rispetto al Btp
marzo 2021 sia rispetto all'agosto 2021, che sono trattati a
livelli più costosi lungo la curva. Dunque un buon trade era
vendere Btp agosto 2021 per acquistare Btp novembre 2017 e
maggio 2023" spiega Luca Cazzulani di Unicredit. 
    Aggiudicato a un prezzo netto di 104,53, il Btp 2023 quota
sul mercato a metà seduta in leggero calo rispetto a quel
livello, a 104,349. "Il titolo è stato collocato a premio
rispetto al mercato e le quotazioni che vediamo sono le stesse
che si vedevano prima della chiusura dell'asta sul mercato" dice
un dealer. Il Btp 2018, aggiudicato a un netto di 102,91, quota
sul mercato a 102,92. 
    "Mi aspetto un altro buon impulso sui Btp con l'apertura del
mercato statunitense" aggiunge
    Con le aste odierne, il Tesoro ha collocato da inizio anno
"complessivi 196 miliardi nominali di titoli, pari al 44%
dell'importo lordo atteso per il 2013" dice Manenti. 

=========================== 12,40 ============================  
FUTURES BUND GIUGNO         146,34   (-0,20)           
FUTURES BTP GIUGNO          115,37   (+0,96)           
BTP 2 ANNI  (MAR 15)    101,917  (+0,152) 1,437%   
BTP 10 ANNI (NOV 22)   112,441  (+0,921) 3,956%
BTP 30 ANNI (SET 40)   104,266  (+1,044) 4,775% 
========================= SPREAD (PB)=========================  
                                             ULTIMA CHIUSURA    
TREASURY/BUND 10 ANNI   45            45 
BTP/BUND 2 ANNI          144           152        
BTP/BUND 10 ANNI       273           286  
livelli minimo/massimo              272,4-277,9  283,8-292,1   
BTP/BUND 30 ANNI       265           273        
 
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   251,9         255,1   
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   81,9         77,2       
============================================================== 
    (Gabriella Bruschi) 
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia