Governo, Letta: da Berlusconi incoraggiamento ma nodi permangono

giovedì 25 aprile 2013 20:05
 

ROMA, 25 aprile (Reuters) - Il presidente del Consiglio incaricato Enrico Letta ha detto di aver ricevuto da Silvio Berlusconi un incoraggiamento ad andare avanti nella formazione di un governo di larghe intese ma ha anche ammesso che permangono nodi significativi con il centrodestra.

"Ho sentito Berlusconi telefonicamente per 30 secondi. E' stata una telefonata di incoraggiamento. Ho sentito oggi incoraggiamenti da tutti, ma questo non scioglie i nodi", ha detto Letta ai giornalisti al termine della giornata di consultazioni alla Camera.

"La discussione con il Pdl è stata la più lunga, quasi due ore, ma ce ne vorranno molte altre perché veniamo da un lungo periodo di contrapposizioni. Però queste due ore mi sono sembrate costruttive", ha aggiunto.

Il vice segretario del Pd ha detto che i nodi riguardano sia la formazione che il programma dell'esecutivo e che domani "sarà una giornata di riflessione".

"E' un mandato carico di difficoltà, un peso che io spero ma non sono sicuro di avere le spalle abbastanza forti da reggere".

Letta ha detto che per domani non è in programma un incontro con Berlusconi e fonti a lui vicine hanno confermato l'intenzione dell'incaricato di sciogliere la riserva sabato o al più tardi domenica.

Se diventerà presidente del Consiglio la sua ossessione sarà "un'Europa unita e orientata alla crescita".

Un portavoce di Letta ha detto che il presidente incaricato ha ricevuto oggi una "affettuosa" telefonata "di auguri e incoraggiamento" da parte del coetaneo premier britannico David Cameron.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia