Governo di riforme, spinta su Ue per meno rigore, più crescita - Letta

giovedì 25 aprile 2013 18:52
 

ROMA, 25 aprile (Reuters) - Il nuovo esecutivo, se nascerà legherà la propria sopravvivenza alla capacità di fare le riforme che servono all'Italia e sarà impegnato per fare da pungolo in Europa affinché si allenti la politica del rigore dando spazio alla crescita.

E' quello che ha detto il premier incaricato Enrico Letta nel corso delle consultazioni con il M5s per la formazione dell'esecutivo, che si ascoltano in diretta streaming.

"In Europa c'è bisogno di mettere maggiore enfasi sulla crescita. Mi sembra che ci sia in Europa un clima che può consentire, se il governo italiano diventa capofila di una scelta di cambiamento rispetto alle politiche europee, di cogliere altre insofferenze che hanno portato ad un avvitamento e a difficoltà. C'è la congiuntura giusta per passare dall'austerità allo sviluppo", ha detto Letta.

Quanto al programma dell'eventuale nuovo governo, il premier incaricato ha indicato oltre alla nuova Europa anche "la grande emergenza economica e sociale" e la riforma della politica.

"Legherò la vita del mio governo al successo della riforma della politica che tocca la riforma della Costituzione", ha detto Letta chiedendo ai rappresentanti 5 stelle di "scongelarsi" iniziando a collaborare.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia