Governo, Letta media su Imu e La Russa propone pagamento in Btp

giovedì 25 aprile 2013 15:42
 

ROMA, 25 aprile (Reuters) - L'Imu continua ad essere uno dei nodi politici che il presidente incaricato Enrico Letta deve risolvere prima di sciogliere la riserva per formare il nuovo governo.

Il Pdl, anche oggi con Silvio Berlusconi, insiste nel chiedere l'esenzione strutturale della prima casa e la restituzione dell'imposta versata nel 2012, un'operazione che peserebbe sul bilancio del 2013 circa 8 miliardi di euro, più 4 miliardi annui a regime dal 2014.

Anche il segretario dei socialisti italiani, Riccardo Nencini, si dice favorevole ad abolire l'imposta sull'abitazione principale.

Scelta civica è disponibile a dialogare ma, attraverso il portavoce Andrea Olivero, dice che sarebbe meglio utilizzare le risorse disponibili "per dare respiro al mercato del lavoro".

"Possiamo proporre già da oggi una forte riduzione dell'Imu sulla prima casa per i ceti medi e medio bassi mentre la cancellazione complessiva sarebbe un problema per ragioni di copertura", ha aggiunto l'ex presidente delle Acli suggerendo di rendere l'Imu più progressiva.

A fornire una ipotesi di mediazione è il partito Fratelli d'Italia di Ignazio La Russa, che suggerisce di rimborsare l'Imu attraverso titoli di Stato, aumentando il debito ma non il deficit.

"Letta ha preso buona nota della nostra proposta", ha detto La Russa suggerendo di attingere le risorse anche agli interessi che Mps verserà al ministero dell'Economia come cedola sui circa 4 miliardi di Monti bond.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia