Governo, Pd discute ipotesi Renzi premier prima di Direzione

martedì 23 aprile 2013 14:48
 

ROMA, 23 aprile (Reuters) - Mentre mancano meno di due ore alla riunione della direzione del Pd, gli esponenti più in vista del partito di centrosinistra sono impegnati in una serie di incontri per discutere dell'ipotesi indicare il sindaco di Firenze Matteo Renzi come premier di un governo col centrodestra.

Per il momento non è ancora chiaro se il nome di Renzi verrà proposto all'inizio dei lavori della direzione, fissati per le 16. Alle 18.30, la delegazione del Pd salirà poi al Quirinale per le consultazioni con il capo dello Stato, Giorgio Napolitano.

La proposta di affidare la premiership al giovane antagonista di Pier Luigi Bersani alle primarie è stata avanzata ieri da Matteo Orfini, membro della segreteria ed esponente del cosiddetto gruppo dei "giovani turchi", la sinistra socialdemocratica del Pd che fino a poche settimane fa aveva osteggiato Renzi.

"Sono in corso una serie di riunioni per discutere se proporre Renzi, bisogna vedere se il partito riesce a stare compatto sulla linea. Il nome però nel caso deve uscire subito, perché abbiamo poco tempo per discutere ", dice a Reuters un senatore romano che fa parte della direzione.

"Non so ancora se il nome di Renzi verrà proposto, dipende anche se lui accetta o no. Ci vuole ancora un po' di tempo", dice uno dei deputati favorevoli a sostenere il sindaco fiorentino.

"Le riunioni continuano. Per il Pd la situazione è imbarazzante. Possiamo anche non fare il nome di Renzi, ma se poi (il leader del Pdl) Silvio Berlusconi lo proponesse al presidente Napolitano, per noi sarebbe difficile non accettare", dice un giovane calabrese dell'organismo, che è composto sulla carta da oltre 200 persone.

Per una fonte del partito vicina al capogruppo al Senato Luigi Zanda, "sul nome di Renzi non ci sono veti, ma probabilmente il Pd andrà da Napolitano solo ad ascoltare".

(Massimiliano Di Giorgio)

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia