Governo, se stallo prolungato rischio è intervento troika - Cucchiani

venerdì 22 marzo 2013 14:09
 

CERNOBBIO, 22 marzo (Reuters) - L'Italia necessita di un governo stabile e che affronti le urgenze economiche del paese ma nell'ipotesi di una situzione di stallo prolungato la soluzione, anche se lontana e non auspicabile, potrebbe essere quella di un intervento esterno, come già accaduto in altri paesi con l'arrivo della cosiddetta 'troika'.

E' l'opinione dell'AD di Intesa Sanpaolo Enrico Cucchiani, espressa a margine del forum della Confcommercio a Cernobbio.

"La cosa più importante è di avere un governo, qualunque esso sia, che interviene sulle tematiche economiche che sono quelle che a loro volta incidono sulle problematiche di tipo sociale, prima di tutto il livello di occupazione", ha detto Cucchiani.

"E' chiaro che qualora non ci fosse un soluzione capace di affrontare questi temi, prima o poi giocoforza, verrebbe ad eserci un intervento che viene deall'estero, ma questo non deve essere la prima opzione e credo che sia bene che non sia neanche considerata l'opzione di riserva", ha proseguito.

Alla richiesta di precisare meglio cosa intendesse per soggetti esterni Cucchiani ha risposto che "sono quelli che comunemente si chiamano la troika, ovvero Unione europea, Banca centrale europea e Fondo monetario Internazionale".

Il banchiere ha sottolineato che si tratta di ipotesi in caso di uno "stallo prolungato" e che non sarebbe comunque giustificata dal punto di vista dei fondamentali macroeconomici dell'Italia.

"Non siamo certamente nella condizione di avere necessità di interventi di questo genere perchè i dati macro di questo paese sono molto buoni e solidi, migliori rispetto alla media dell'eurozona e di altri paesi quali Usa e Giappone, e abbiamo un tessuto industriale molto forte".

"Il nostro paese ha quindi tutto ciò che è necessario per uscire dalla situazione di stallo con le proprie gambe e le proprie forze", ha detto.

Relativamente al rischio contagio per il caso Cipro, Cucchiani ha escluso che questo possa avvenire.   Continua...