CORRETTO- Misure su enti locali in dissesto non elimina rischi rating-Moody's

venerdì 22 marzo 2013 15:24
 

(nota Moody's si riferisce a legge 213/2012 su enti in dissesto e non a misura Cdm su rimborso debito PA)

MILANO, 22 marzo (Reuters) - Il piano del governo approvato a fine 2012 che garantisce liquidità a Comuni e Province in dissesto finanzario, in cambio dell'impegno ad un piano pluriennale di rientro, allevia ma non farà scomparire le pressioni fiscali che gravano su tali enti.

Lo scrive l'agenzia di rating Moody's in un report dedicato alle amministrazioni locali italiane, che fa riferimento alla legge 213 del 2012, approvata lo socrso dicembre.

"Se da una parte il nuovo provvedimento si integra in una cornice di sostegno, che include forti misure di protezione dei creditori, esso presenta limitazioni e non esclude necessariamente un deterioramento del profilo di credito di tali enti" afferma Francesco Soldi, l' analista di Moody's autore del rapporto.

Moody's ha attualmente un rating Baa2 sull'Italia, con outlook negativo.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
CORRETTO- Misure su enti locali in dissesto non elimina rischi rating-Moody's | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    19,296.16
    +0.25%
  • FTSE Italia All-Share Index
    21,086.78
    +0.21%
  • Euronext 100
    932.81
    -0.34%