Telecom Italia, accordo soci Telco su proroga prestito -fonti

giovedì 21 marzo 2013 15:55
 

MILANO, 21 marzo (Reuters) - I soci di Telco, la holding che controlla il 22,4% di Telecom italia, hanno raggiunto un accordo di massima per la proroga del prestito soci da 1,7 miliardi al febbraio 2015, allineandone la scadenza a quella del patto di sindacato.

Lo confermano due fonti vicine alla holding dopo le indiscrezioni pubblicate oggi da Il Sole 24 Ore.

"Si va verso il rinvio del prestito soci", dice una delle fonti. Quanto alla seconda parte del debito Telco, una linea di credito da 1,05 miliardi in scadenza a novembre, "anche lì penso si andrà ad un rinvio, ma di questo non si è ancora discusso". La linea bancaria è stata concessa da Hsbc, Intesa Sanpaolo , Mediobanca, Socgen e Unicredit .

La proroga dovrebbe essere finalizzata "nel corso di un cda Telco ad aprile", per la seconda fonte.

Le azioni Telecom in mano a Telco sono in garanzia alle banche con la possibilità di chiedere un reintegro se le azioni della compagnia telefonica dovessero restare per un certo periodo sotto 0,6 euro. "Le attuali garanzie coprono pienamente il debito", sottolinea la prima fonte.

Il prestito soci a Telco era stato rinegoziato lo scorso anno dai soci che avevano anche sottoscritto un aumento di capitale da 600 milioni.

A settembre di quest'anno si apre per i soci la possibilità di dare disdetta anticipata dal patto ed è possibile che in quella occasione ci sia qualche mutamento. Telco è controllata da Mediobanca e Intesa, con l'11,6% ciascuna, da Generali con il 30,6% e da Telefonica con il 46,2%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia