Debiti Pa, anche governo Monti potrebbe agire - De Vincenti

martedì 19 marzo 2013 11:30
 

ROMA, 19 marzo (Reuters) - Il sottosegretario allo Sviluppo, Claudio De Vincenti, non esclude che l'attuale esecutivo possa intervenire sui debiti commerciali della pubblica amministrazione sebbene sia in carica solo per gli affari correnti.

Ieri la Commissione europea ha fatto rientrare il rimborso delle fatture pregresse tra gli interventi per i quali è impotizzabile una temporanea deviazione dal pareggio strutturale di bilancio.

"Sarebbe meglio che lo facesse il nuovo governo ma se si andrà troppo per le lunghe potremmo farlo anche noi", ha detto De Vincenti parlando con i cronisti a margine di un convegno.

Oggi, in un'intervista a La Stampa, il sottosegretario all'Economia Gianfranco Polillo si è mostrato scettico sui margini che il governo uscente avrebbe per varare un provvedimento d'urgenza sul rimborso dei debiti.

"Serve un governo nella pienezza dei suoi poteri. Lo strumento che consente di allentare il patto di stabilità è il Documento di programmazione economico finanziaria, cioè una legge. Si potrebbe fare anche con un decreto legge, ma questo governo è in carica solo affari correnti e non può usarlo, non c'è più stato un rapporto di fiducia con il Parlamento", ha detto Polillo.

(Alberto Sisto)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia