Cipro, improbabile ok parlamento a prelievo conti bancari - governo

martedì 19 marzo 2013 08:02
 

NICOSIA, 19 marzo (Reuters) - Il governo cipriota ritiene improbabile che il parlamento approvi la legge sul prelievo forzoso sui depositi, che ha scosso il sistema bancario dell'isola, facendo mancare una condizione per il salvataggio internazionale. Lo ha detto oggi il portavoce dell'esecutivo, Christos Stylianides.

Il presidente di Cipro, Nicos Anastasiades, ha esposto la situazione ieri sera al cancelliere tedesco Angela Merkel e al commissiario agli Affari economici Ue Olli Rehn.

Se Anastasiades si è detto pronto a sostenere quanto è stato deciso all'incontro dei ministri finanziari della zona euro la scorsa settimana, ha anche "insistito che i partner Ue offrano aiuti supplementari", ha detto il portavoce alla radio di stato.

Il parlamento si riunirà alle 17.00 ora italiana. Nessun partito ha la maggioranza nella camera di 56 deputati.

Stylianides ha detto che il presidente dovrebbe avere un colloquio oggi anche con il presidente russo Vladimir Putin. La decisione di tassare i depositi bancari ha conseguenze non solo per i ciprioti ma anche per le migliaia di europei e russi che fanno affari nell'isola.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia