PUNTO 1 - Cipro punta a esenzione imposta su conti fino a 20.000 euro

lunedì 18 marzo 2013 13:08
 

(Riscrive con nuova fonte e tetto esenzione)

NICOSIA, 18 marzo (Reuters) - Il governo di Cipro punta a esentare i depositi bancari fino a 20.000 euro dal prelievo forzoso annunciato nel fine settimana nell'accordo con i creditori internazionali per salvare il paese dalla bancarotta.

Lo dice una fonte parlamentare confermando precedenti indiscrezioni che ancora non indicavano un tetto sotto il quale difendere i conti bancari più piccoli.

Secondo la fonte la proposta del governo prevederebbe che i correntisti siano compensati da azioni e titoli di stato legati ai ricavi futuri delle esportazioni di gas.

Secondo l'accordo raggiunto con i ministri della zona euro, le autorità di Cipro avrebbero dovuto imporre una tassa del 6,7% sui depositi inferiori a 100.000 euro e del 9,9% su quelli oltre i 100.000 euro.

Il Parlamento di Cipro voterà domani sul piano di salvataggio Ue, una decisione che ha scosso l'eurozona provocando una flessione degli indici azionari e turbolenze sull'euro.

(Tradotto da Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com,+39 02 66129431, Reuters messaging: stefano.rebaudo.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia