PUNTO 4-Cipro cerca correttivi a prelievo forzoso, domani il voto

lunedì 18 marzo 2013 19:18
 

* Parlamento vota domani alle 17 su tassazione conti

* Più voci assicurano che si tratta di caso isolato

* Banche europee a minimi due settimane in borsa

* Consob e Abi escludo rischio contaggio per Italia (Aggiunge Tajani)

NICOSIA, 18 marzo (Reuters) - Il governo cipriota sta lavorando per ammorbidire il prelievo forzoso sui conti bancari deciso nel quadro del piano di salvataggio concordato con i creditori internazionali, su cui il Parlamento sarà chiamato ad esprimersi domani.

La decisione di tassare i depositi, una misura che viola la tutela europea dei piccoli risparmiatori in vigore fino ad oggi, ha scosso i mercati, riaccendendo l'avversione al rischio e i ministri delle Finanze della zona euro hanno deciso di tenere sul tema una teleconferenza questa sera.

In attesa delle decisioni sul debito forzoso, le banche cipriote restarenno chiuse anche domani e mercoledì, come ha riferito una fonte governativa cipriota.

Fra gli investitori serpeggiano i timori di una fuga di capitali nell'ipotesi che il prelievo per Cipro possa stabilire un precedente. Il comparto bancario europeo è sceso ai minimi di due settimane in borsa, arrivando a perdere oltre il 2% e chiudere poi con un -1,47% in linea con le piorse che, partite mpolto pesanti, hanno ridotto le perdite in chiusura: Milano ha chiuso a -0,85%.

Dall'Eurotower al governo tedesco non sono mancate le rassicurazioni: Joerg Asmussen, che siede nel board della Banca centrale europea, ha definito la situazione di Cipro e del suo settore bancario un "caso unico"; stessa opinione ha espresso il portavoce del cancelliere Angela Merkel mentre, secondo il membro del consiglio governativo della Bce Ewald Nowotny, "per gli altri Paesi, non c'è assolutamente ragione di temere un contagio".   Continua...