Italia, aumentano rischi recessione protratta, Pil 2014 +0,6% - Fitch

venerdì 15 marzo 2013 12:57
 

MILANO, 15 marzo (Reuters) - La ripresa dell'economia italiana dovrebbe partire dalla metà del 2013 anche se aumentano i rischi di una protratta e pesante recessione.

Lo scrive l'agenzia di rating Fitch nel capitolo relativo all'Italia di un report dedicato all'economia globale, in cui viene confermato lo scenario di base per il Paese.

Fitch prevede ora una crescita dello 0,6% per l'Italia nel 2014, stima che si va ad aggiungere al -1,8% per il 2013 già reso noto la settimana scorsa, in occasione del downgrade sovrano.

"Fitch mantiene la visione secondo cui l'economia tornerà a una piccola crescita l'anno prossimo" si legge nel report, che tuttavia sottolinea "i recenti sviluppi hanno incrementato il rischio di una recessione protratta è più profonda".

Venerdì scorso l'agenzia ha tagliato il rating sovrano italiano a 'BBB+' da 'A-', citando proprio la debolezza della congiuntura economica e l'incerta situazione politica come le principali motivazioni alla base del declassamento .

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia