Portogallo avrà più tempo per centrare target previsti da bailout

venerdì 15 marzo 2013 11:27
 

LISBONA, 15 marzo (Reuters) - Dopo un ulteriore deterioramento delle prospettive dell'economia, i creditori internazionali del Portogallo hanno ammorbidito gli obiettivi di bilancio e dato più tempo per implementare i tagli alla spesa molto impopolari previsti dal piano di salvataggio.

Nel corso di una conferenza stampa, il ministro delle Finanze portoghese ha anche detto che Lisbona ha superato il settimo esame degli ispettori della cosiddetta 'troika' - Commissione europea, Fondo monetario internazionale e Banca centrale europea - e che quindi potrà ricevere la prossima tranche di aiuti da due miliardi di euro.

Di fronte al crescente malcontento per le politiche di rigore, i creditori hanno accordato un anno di tempo supplementare a Lisbona per implementare tagli strutturali alla spesa pari a 2,5% del Pil, circa 4 miliardi di euro. Tali risparmi verranno pertanto raggiunti gradualmente entro il 2015 e non entro il 2014.

Il Pil dovrebbe contrarsi quest'anno di 2,3%, una decelerazione molto più pronunciata del calo di 1% previsto nell'ultimo esame di novembre. Il mese scorso, la Commissione europea ha stimato una contrazione dell'1,9% quest'anno dovuta principalmente alla recessione in Europa.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia