A2A torna in utile in 2012, propone dividendo di 0,026 euro

giovedì 14 marzo 2013 13:51
 

MILANO, 14 marzo (Reuters) - A2A ha chiuso l'esercizio 2012 con un ritorno all'utile: 260 milioni di euro il risultato netto contro il rosso di 423 milioni del 2011.

Lo si legge in una nota dell'utility lombarda che evidenzia inoltre un aumento, nell'ultimo anno, del margine operativo lordo (Mol) a 1,068 miliardi (+15,6%) e dei ricavi consolidati a 6,48 miliardi (+5,7%).

In lieve aumento l'indebitamento netto del gruppo al 31 dicembre 2012: 4,37 miliardi contro i 4,02 miliardi di fine 2011. Scende invece il rapporto di indebitamento (debito su Mol), a 4,1 da 4,4.

"In continuità con i risultati conseguiti nel 2012, il management rimarrà impegnato a perseguire prioritariamente l'obiettivo di un ulteriore miglioramento del rapporto di indebitamento" si legge nel comunicato dell'azienda che prosegue: "Nel corso del 2013 non si prevedono condizioni macroeconomiche e settoriali migliorative rispetto a quelle che hanno caratterizzato l'esercizio 2012. Tuttavia, dal punto di vista reddituale, un positivo contributo alla crescita sarà dato dal consolidamento per l'intero esercizio di Edipower (sette mesi nel 2012) a cui si aggiungeranno i benefici derivanti dall'avvio del Piano triennale di efficientamento operativo denominato AXE80".

A2a propone la distribuzione di un dividendo di 2,6 centesimi di euro ad azione, doppio rispetto agli 1,3 centesimi pagati l'anno scorso.

Alle ore 13,45 il titolo A2a sale del 3,6% a Piazza Affari, a quota 0,4228 euro.

Gli abbonati Reuters possono leggere il comunicato completo cliccando su.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia