PUNTO 2 - Telecom prezza bond ibrido 750 mln, rendimento 7,875%

mercoledì 13 marzo 2013 19:09
 

(aggiorna con condizioni finali)

di Gabriella Bruschi

MILANO, 13 marzo (Reuters) - Il bond ibrido lanciato stamane da Telecom Italia da 750 milioni è stato prezzato a 99,499 reoffer, per un rendimento del 7,875%, pari a 694,9 punti base sopra il midswap. E' quanto si legge nelle condizioni finali.

Il tasso è dunque stato rivisto al ribasso rispetto a quanto ipotizzato al lancio: inizialmente fonti avevano riferito a Reuters di un livello vicino all'8%, indicando poi un tasso al 7,875% in prossimità della chiusura del book. La cedola viene indicata al 7,75%.

Le stesse fonti hanno spiegato che gli ordini ammontano a 3,4 miliardi e sono pervenuti da oltre 300 account.

Barclays e JP Morgan sono joint structuring advisors e global Co-Ordinator dell'operazione.

L'intenzione di emettere bond ibridi - fino a 3 miliardi complessivi entro 24 mesi - da parte di Telecom Italia era stata annunciata lo scorso 8 febbraio come una delle misure per aumentare la flessibilità finanziaria e convincere le agenzie a preservare il rating e le banche a guida dell'operazione hanno iniziato a incontrare gli investitor in un road show.

Ma le agenzie di rating si sono mosse comunque: le decisioni di Moody's, con il taglio del rating, di S&P, con l'annuncio di un creditwatch con implicazioni negative, sono piombate in pieno roadshow. E sul mercato lo spread sui bond di Telecom Italia - che sarebbe servito come base per elaborare il complicato rendimento delle emissioni ibride - si è allargato di una cinquantina di punti base.

A ciò si è aggiunto il fatto che - terminato il roadshow - le elezioni politiche italiane erano ormai alle porte creando tra gli investitori ulteriori incertezze.   Continua...