Mercati finanziari più calmi ma crisi non è finita - Weidmann (Buba)

martedì 12 marzo 2013 11:37
 

BERLINO, 12 marzo (Reuters) - L'economia tedesca è ancora scossa dalla crisi della zona euro e i rischi principali per lo scenario congiunturale federale, che dovrebbe migliorare nella seconda parte dell'anno, derivano proprio dalle difficoltà europee.

Lo dice il presidente Bundesbank Jens Weidmann, secondo cui nonostante i recenti segnali di maggiore calma sui mercati finanziari la crisi non si può considerare conclusa.

"I mercati si sono calmati ma la crisi non è finita" dice nella conferenza stampa di presentazione dei risultati 2012 dell'istituto centrale.

Toccando uno dei temi al momento più delicati nel dibattito europeo, il governatore si attiene alla linea ufficiale di Berlino per ribadire che l'attuale forma di supervisione sul sistema bancario non è una versione definitiva della nuova vigilanza ed è necessario che il ruolo della supervisione resti ben distinto da quello della politica monetaria.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia