March 12, 2013 / 9:34 AM / 4 years ago

PUNTO 5-Fiat prezza bond 2018 per 1,25 mld, tasso 6,625%

5 IN. DI LETTURA

(Aggiunge commento Elkann in quarto paragrafo)

di Gabriella Bruschi

MILANO, 12 marzo (Reuters) - E' Fiat, attraverso la sua controllata Fiat Finance and Trade, la prima corporate italiana a raccogliere fondi, per 1,25 miliardi di euro, sul mercato dei capitali dopo le elezioni politiche italiane di fine febbraio e il downgrade da parte di Fitch della Repubblica di venerdì scorso.

La casa automobilistica ha lanciato stamane un bond 'high yield' a 5 anni (scadenza 15 marzo 2018), prezzato nel pomeriggio in modo da offrire un rendimento del 6,625% , pagando un premio di circa 40 punti base sul bond che la stessa Fiat ha sul mercato secondario con la stessa scadenza.

Positiva la risposta degli investitori, con ordini per ben 7,25 miliardi.

"Bisogna leggerla come la fiducia che i mercati danno a quello che Fiat e Chrysler stanno facendo. È un'ottima notizia" ha commentato in serata il presidente di Fiat John Elkann.

"Si era partiti stamane con una prima indicazione del rendimento con un premio di 100 punti base sopra il vecchio bond 2018, anche vedendo come erano andate le ultime emissioni in ambito europeo, ma l'esplodere dei book ha consentito la riduzione di tale spread" dice una delle banche.

Né l'incertezza politica emersa dal voto, né il downgrade di Fitch sull'Italia hanno rallentato il passo degli investitori alla ricerca di nuovo rendimento. "Come del resto ha anche detto Mario Draghi la scorsa settimana, le vicendo politiche italiane sono trascurate dai mercati in questo momento" dice un dealer.

La prima ipotesi di rendimento stamane all'apertura dei book era di 'area 7%', ovvero di 'area 605 punti base sul midswap', poi rivista a 6,75% +/-0,125%. Il bond è stato poi collocato a 569,4 punti base sul tasso midswap.

"Abbiamo visto quacosa come 600 account interessati al bond di Fiat, per la gran parte real e fund manager e quindi non fast manager" dice uno del lead manager dell'operazione. "C'è un grande appetito per i periferici, ma c'è anche una buona valutazione per il business di Fiat".

Fiat Approfitta Di Ottima Finestra Mercato

"L'emittente non ha necessità urgenti di funding. Con questo bond ha approfittato del buon momento del mercato, anticipando così le scadenze del 2014" dice una delle fonti ricordando che l'anno prossimo verranno a scadere bond Fiat per circa 2 miliardi.

"Il mercato è davvero buono in questi giorni e un emittente che ha interessi di business in tutto il mondo non considera un ostacolo all'emissione il fatto che in Italia ci siano incertezze politiche" dice un'altra fonte. "Del resto nello stesso settore auto abbiamo visto ieri una bella emissione da Rci Banque e la scorsa settimana da Peugeot , quindi Fiat ha cavalcato l'onda".

Rci Banque, il braccio finanziario del produttore di auto francese Renault, ha emesso ieri un bond da 600 milioni a 5 anni, mentre Peugeot ha prezzato la scorsa settimana un bond sempre con scadenza 2018 da 1 miliardo a un rendimento del 7,5%, che "oggi è già premiato dal mercato con un rendimento sul secondario in area 7%". Al momento del lancio Peugeot ha pagato un premio sull'analogo suo bond 2018 già sul mercato di ben 150 punti base.

Riuscita a Contenere Rendimento Rispetto a Concorrenti

"Fiat - rispetto a Peugeot - ha visto negli ultimi tempi una buona performance in borsa anche sulla scia dei progressi sul piano degli accordi sindacali e il procedere sulla strada del controllo su Chrysler" dice un dealer.

La scorsa settimana Fiat e i rappresentanti sindacali, Fiom esclusa, hanno raggiunto l'accordo sul rinnovo del contratto per gli oltre 70.000 dipendenti del gruppo automobilistico in Italia . In borsa il titolo, dopo il rialzo di ieri, oggi ha chiuso cedendo il 2,6%.

"Rispetto a Peugeot, Fiat ha il vantaggio di essere riuscita a mettere le basi sul mercato statunitense, uno dei pochi al mondo, insieme a quello cinese, che sta reagendo positivamente alla crisi" dice un dealer .

"Il bond di Fiat luglio 2018 già sul mercato, prima del lancio del nuovo bond quotava un rendimento del 6%, per poi allargarsi stamane a 6,3%" dice un dealer.

Si tratta di un bond lanciato nel 2011 per 600 milioni con cedola 7,375% che ha visto un prezzo massimo prima delle elezioni a 107,25 per un rendimento del 5,75% che è poi salito sino a 6,20% dopo il voto. Ieri il bond ha chiuso a 106,60 per un rendimento del 5,90%.

L'ultima emissione di Fiat risale al novembre scorso quando è stato riaperto un bond con scadenza 2016 da 600 milioni collocato a luglio, con il collocamento di altri 400 milioni.

Le banche a guida dell'operazione sono Banca IMI, Barclays, Credit Agricole, Mediobanca, RBS, Santander e UBS.

Il rating dell'emittente è pari a 'BB-' per Fitch, dopo il recente (25 febbraio) taglio di un notch. Moody's lo aveva tagliato sempre di un notch a 'Ba3' lo scorso ottobre, mentre S&P's lo aveva portato sullo stesso livello di Fitch di 'BB-' nell'aprile dello scorso anno.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below