Btp in calo ma sopra minimi, spread su Bonos 10 pb, su Bund 317

lunedì 11 marzo 2013 13:06
 

MILANO, 11 marzo (Reuters) - - Il mercato obbligazionario
italiano migliora rispetto a un'apertura pesante, che fatto
seguito alla decisione di Fitch venerdì di ridurre il rating
della Repubblica Italiana, ma resta in calo, anche per l'arrivo
delle due sedute d'asta - a breve e a lunga della settimana.
Questi fattori, ma soprattutto il perdurare dell'incertezza
politica, stanno causando un continuo peggioramento delle
valutazioni degli investitori sui Btp rispetto ai Bonos
spagnoli, con lo spread tra i due decennali che continua a
restringersi puntando all'azzeramento. 
    "Gli investitori chiedono maggior premio per l'Italia
rispetto alla Spagna, sebbene la prima abbia un deficit/pil
migliore della seconda, una politica fiscale più disciplinata e
una politica di bilancio molto buona" dice Alessandro Giansanti,
strategist di Ing. "A preoccupare è l'enorme debito dell'Italia,
accompagnato per di più a una crescita debolissima". 
    Il differenziale di rendimento tra decennali italiani e
spagnoli a metà seduta è a 10,8 pb, dopo aver
segnato stamane un livello di 9,3 pb, nuovo minimo da circa un
anno, con il rendimento del Bonos che quota a metà seduta a
4,75% e quello del Btp a 4,66%. Nel marzo dello scorso anno tale
differenziale era a zero, mentre solo due mesi fa era a 100 pb.
    Lo spread Btp/Bund, dopo un'apertura in area 320 punti base,
a metà seduta è a 317 dai 307 della chiusura di
venerdì. 
   Stamane l'Istat ha reso noto che il Pil italiano del 2012 si
è attesta a -2,4% rispetto all'anno precedente, con quello del
quarto trimestre a -0,9% da -0,2% su trimestre.
    Fitch venerdì sera, a mercati chiusi, ha abbassato il suo
giudizio a BBB+ da A-, mantenendo l'outlook negativo e citando
l'inconcludente esito delle elezioni, "ulteriore shock per
l'economia reale nel mezzo di una recessione profonda"
 .
    
    TITOLI IN ASTA IN CALO, MA CONTENUTO 
    In questa situazione si inseriscono le due sedute d'asta del
Tesoro. Quella di domani, sui Bot annuali, viene considerata
quasi un non-evento, mentre gli occhi sono puntati soprattutto
su quella di mercoledì 13 sui medio-lunghi, tra cui la più
segnaletica dell'attenzione degli investitori sull'Italia è
quella sui Btp 2028. 
    "Il titolo tuttavia si sta comportando bene sul mercato: 
era sceso abbastanza - anche perchè veniva da un buon rally - ma
poi è rimbalzato sui minimi. Anche rispetto al vecchio Btp 2026,
dopo aver mostrato uno spread attorno ai 30 pb, poi esso stesso
si era ridotto a 14 pb, mentre ora è tornato a 18 pb" dice un
dealer. "Certamente qualche pressione c'è, ma non si può dire
che il titolo sia sotto un fuoco incrociato: direi che rientramo
nelle normali pressioni pre-asta". Si tratta di una seconda
tranche dopo che la prima era stata colocata via sindacato in
gennaio. 
    Per il titolo è prevista una forte buona domanda, visto
anche le quotazioni decisamente negative, -4%, registrate
stamane su questo titolo nel mercato dei repo. "C'è molta
richiesta di questo titolo sul mercato, in particolare dalle
assicurazioni e dagli investitori istituzionali, e il Tesoro ne
ha tenuto conto quando ha deciso di emetterlo ugualmente
nonostante il downgrade" dice uno specialist. 
    A metà seduta su Tradeweb il Btp 2028 quota un prezzo di
98,300 in calo di 0,655 per un rendimento del 4,968%
.  
   Il Bot in asta domani - il marzo 2014 - sul mercato grigio
viene indicato a un rendimento medio di 1,34%, dicono i dealer.
All'asta di un mese fa il Bot annuale era stato assegnato al
rendimento dell'1,094% e il rendimento indicato sul grey market
rappresenterebbe un massimo dal dicembre scorso. In offerta ci
sono 7,75 miliardi, contro una scadenza di 8,685 miliardi. 
    Sul mercato dei derivati, infine, i dealer guardano a
livelli chiave sul nuovo futures a giugno sui Btp: un primo
supporto è visto sul livello minimo di stamane a 108,40 e poi
quello successivo a 107,60.  

 =========================== 12,40 ===========================  
FUTURES BUND GIUGNO         142,82   (+0,36)           
FUTURES BTP GIUGNO          108,74   (-0,63)           
BTP 2 ANNI  (NOV 14)    106,789  (-0,141) 1,856%   
BTP 10 ANNI (NOV 22)   106,787  (-0,623) 4,671%
BTP 30 ANNI (SET 40)    96,217  (-0,654) 5,330% 
========================= SPREAD (PB)=========================  
                                             ULTIMA CHIUSURA    
TREASURY/BUND 10 ANNI   55            54 
BTP/BUND 2 ANNI          179           170        
BTP/BUND 10 ANNI       317           307  
livelli minimo/massimo              311,4-320,7  299,5-312,5   
BTP/BUND 30 ANNI       298           291        
 
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   281,5         280,6   
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   65,9          68,9      
============================================================== 
    
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia