Voto, Bersani esclude accordi di governo con "destra berlusconiana"

mercoledì 6 marzo 2013 11:27
 

ROMA, 6 marzo (Reuters) - Il segretario del Pd Pier Luigi Bersani ha escluso oggi la possibilità di un accordo di governo con il Pdl, lasciando invece la strada aperta al dialogo con i montiani e il Movimento Cinque Stelle.

Bersani, candidato premier del centrosinistra dopo le elezioni che hanno visto il Pd e i suoi alleati conquistare la Camera, ma non il Senato, ha anche detto che non è possibile una soluzione di governo che non tenga conto dell'esigenza di cambiamento uscita dal voto.

"Per noi non ci può essere una soluzione che stia al di sotto dell'esigenza di cambiamento che il Paese invoca, e il cambiamento non possimo cercarlo con chi l'ha impedito fin qui con chi ha seminato gran parte di quel vento che oggi c'ha portato la tempesta", ha detto il leader politico.

"Non pensiamo praticabili né credibili in nessuna forma accordi di governo tra noi e la destra berlusconiana", ha ribadito Bersani.

(Massimiliano Di Giorgio)

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia