Btp in rialzo su prosecuzione tono positivo ieri, spread in area 330

giovedì 28 febbraio 2013 12:41
 

MILANO, 28 febbraio (Reuters) - Si conferma il clima di
distensione già intravvisto ieri sul mercato obbligazionario
italiano, dopo il forte ribasso della seduta di martedì, legato
all'esito delle elezioni incapaci di indicare una prospettiva
chiara di governabilità per il paese.
    Nonostante il contesto di incertezza, le temute aste a medio
lungo di ieri si sono invece risolte con un risultato positivo -
domanda solida e importo massimo collocato - favorendo un
ritorno degli acquisti sulla carta italiana che si conferma
anche questa mattina.
    "Stamane si prosegue sul tono positivo di ieri, resta
ovviamente molta volatilità legata all'evoluzione politica"
commenta un trader da Milano. "Con le quattro figure di future
perse martedì, quello che il mercato doveva fare in relazione
alle elezioni l'ha fatto".
    Attorno a metà seduta, su piattaforma Tradeweb, il
differenziale di rendimento tra decennali italiani e tedeschi
stringe in area 330 punti base - con una puntata anche sotto
tale soglia a metà mattinata - contro i 338 della chiusura di
ieri e i circa 350 raggiunti nelle ore di massima volatilità
post-voto.
    "Credo al momento ci sia più spazio per recuperare che per
vedere nuove grosse flessioni, a meno di notizie molto negative,
come un ritorno immediato alle elezioni o un downgrade
sull'Italia" prosegue il trader.
    Ieri l'agenzia di rating Fitch ha avvertito che l'esito
delle elezioni italiane pone un rischio concreto di riduzione
del rating sovrano del paese in quanto la prospettiva di un
nuovo voto e in generale di una prolungata fase di incertezza
politica potrebbe compromettere il processo di riforme e di
ripresa economica.
    "Il (rendimento del) decennale italiano ha spazio per
rientrare in area 4,50% e con un Bund che risale all'1,50% nel
breve potrebbe rivedersi uno spread Italia/Germania a 300 punti
base, anche se data la situazione politica direi che l'allarme
non è affatto rientrato" conferma un secondo operatore, sempre
da Milano.
    
    ATTESE RICHIESTE IN RIAPERTURA NUOVO DECENNALE
    Intanto il nuovo Btp decennale maggio 2023, collocato ieri
per 4 miliardi al rendimento del 4,83% (massimo da ottobre)
tratta questa mattina sul mercato grigio di Tradeweb
 (il titolo ha regolamento domani) in area
98,20, sopra il 97,81 del collocamento di ieri (prezzo
comprensivo di una commissione di 0,40): siamo ad un rendimento
di circa il 4,78%, che dovrebbe permettere al Tesoro di fare il
pieno nella riapertura del titolo di oggi pomeriggio.
    "Sicuramente ci sarà domanda in riapertura" dice
l'operatore. "Nuovo e vecchio decennale ora andranno
tendenzialmente ad allinearsi".
    Il nuovo decennale vedrà nel pomeriggio un'offerta
supplementare di 1,2 miliardi di euro, cui si aggiungono 375
milioni di riapertura del quinquennale in asta ieri. Il
benchmark a 5 anni novembre 2017 tratta ad un
rendimento del 3,52%, contro il 3,59% di ieri in asta.
 
=========================== 12,30 ===========================   
FUTURES BUND MARZO          145,07   (-0,02)           
FUTURES BTP MARZO           109,46   (+0,57)           
BTP 2 ANNI  (NOV 14)    106,649  (+0,172) 1,995%   
BTP 10 ANNI (NOV 22)   106,190  (+0,567) 4,749%
BTP 30 ANNI (SET 40)    95,822  (+0,704) 5,359% 
========================= SPREAD (PB)=========================  
                                             ULTIMA CHIUSURA    
TREASURY/BUND 10 ANNI   44            43 
BTP/BUND 2 ANNI          104           203        
BTP/BUND 10 ANNI       330           338  
livelli minimo/massimo              328,6-335,2   335,8-350,2   
BTP/BUND 30 ANNI       306           311        
 
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   275,4         273,1   
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   61,0         59,1       
============================================================== 
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia