February 25, 2013 / 8:14 PM / 4 years ago

Italia a rischio ingovernabilità, Btp e Borsa restano sotto pressione

5 IN. DI LETTURA

* Senato spaccato, mercati temono instabilità politica

* Titoli Stato e Piazza affari visti ancora in calo

* Nervosismo per aste Bot e Btp domani e dopodomani

* Debolezza politica non aiuta in trattativa con Europa

di Giulio Piovaccari

MILANO, 25 febbraio (Reuters) - Per oggi i mercati hanno tenuto, ma alla riapertura di domattina - di fronte ad un risultato elettorale che certifica l'ingovernabilità italiana - le cose potrebbero andare decisamente peggio per Piazza Affari e Btp.

Quello che si è delineato oggi è lo scenario meno gradito ai mercati finanziari: la Camera andrà probabilmente al centrosinistra come previsto, ma al Senato appare invece al momento assai difficile la formazione di una maggioranza .

"È il risultato peggiore per il mercato. Vuol dire che metà del paese non ne può più della vecchia politica, e si rischia di andare a nuove elezioni e a un cambiamento politico molto doloroso" afferma lo strategist di Citigroup Alessandro Tentori, da Londra. "Se dovesse essere questo il risultato, non vedo come i Btp possano evitare di perdere terreno domani".

E se questa mattina, a urne ancora aperte, è passata sostanzialmente senza problemi l'asta del Tesoro italiano di Ctz e Btp indicizzati, sicuramente più complicata appare la prosecuzione della tornata di collocamenti di fine mese, con 8,75 miliardi di euro di Bot a 6 mesi in offerta domani e fino a 6,5 miliardi di Btp (tra cui il nuovo benchmark decennale) dopodomani.

"In questo contesto di nervosismo e incertezza il Tesoro potrebbe faticare non poco a piazzare il nuovo decennale" avverte Tentori.

Spread Visto a 350 Pb

Dopo un primo momento di euforia alla chiusura dei seggi - quando gli exit poll sembravano indicare una maggioranza relativamente solida per la coalizione guidata da Pier Luigi Bersani - con lo spread Btp/Bund sceso nuovamente in area 250 punti base, il differenziale di rendimento tra titoli di Stato decennali italiani e tedeschi è tornato ad allargarsi di pari passo con le proiezioni sui dati reali, terminando la seduta a 283 punti base, poco sotto i livelli di venerdì scorso .

"Lo spread Italia/Germania potrebbe salire a 320-330 punti base e verso 350 mercoledì. Il Btp decennale vedrà probabilmente un grosso rialzo del rendimento nell'asta di mercoledì" afferma l'economista di Ihs Global Insight Raj Badiani.

In lieve rialzo, +0,73%, la chiusura di Piazza Affari, anche in questo caso al termine di una seduta dalle forti oscillazioni .

"La reazione di domani dei mercati penso che sarà negativa alla luce del fatto che esce uno scenario frammentato e che c'è il rischio di ingovernabilità" afferma l'analista equity di una banca estera.

Massimo Continolo, AD Titan Capital Management, prevede "un effetto di breve" sui mercati ma sottolinea comunque come il sistema politico italiano si muova "all'interno del quadro europeo". "Non mi sembra particolarmente preoccupante, non vedo conseguenze gravi, solo un po' di confusione. Diverso sarebbe il caso di un governo dichiaratamente anti-europeo, come uno a guida Movimento Cinque Stelle", aggiunge.

Italia Alla Prova Di Crescita E Risanamento

Al di là della risposta di breve dei mercati finanziari, a preoccupare sono le conseguenze di uno scenario di ingovernabilità sulla già pesante situazione economica italiana e sulle prospettive - quanto meno incerte - di ritorno alla crescita del paese.

"L'Italia ha bisogno di un governo perché il paese ha la necessità di rilanciare la crescita, contrastare la disoccupazione e mantenere in ragionevole equilibrio i conti" afferma il professor Alberto Quadrio Curzio, docente di economia all'Università Cattolica di Milano.

"Come sarà possibile, in queste condizioni, affrontare queste emergenze e una non facile trattativa in Europa per una sorta di 'par condicio' con Francia e Spagna per una dilazione dei tempi di raggiungimento dei target di deficit?" aggiunge l'economista.

Real Madrid-Sassuolo

E tra gli investitori è evidente il disappunto su come il centrosinistra ha gestito la campagna elettorale, facendosi mangiare il vantaggio che tutti i sondaggi gli attribuivano nei mesi scorsi.

Anche secondo il consigliere delegato di Cfo Sim Massimo Gionso l'apertura di domani sarà caratterizzata da una risalita dello spread e da una discesa di Piazza Affari, mentre il mercato dovrà fare i conti con uno scenario di "ritorno alle urne nel giro di qualche mese". Ma, avverte l'investitore, "non è detto che sia negativo, perché Bersani è giusto che vada a casa: un mese fa queste elezioni erano come Real Madrid-Sassuolo ed è riuscito a perderle. Se scendesse in campo Renzi, anche Berlusconi dovrebbe farsi da parte. E, a quel punto, pur con Grillo al 30% avremmo una situazione stabile e di governabilità".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below