Italia, controvalore scambi -29% borsa in 2012, +58% MOT - Assosim

martedì 22 gennaio 2013 16:27
 

MILANO, 22 gennaio (Reuters) - Andamento divergente per il controvalore degli scambi sul mercato azionario e su quello obbligazionario nel 2012. Il primo ha visto una contrazione del 29% a 506 miliardi di euro(-16% a 58 milioni il numero di contratti scambiati) a fronte di un'accelerazione del 58% sul MOT (+38% il numero delle operazioni).

Lo annuncia una nota Assosim, precisando che il valore medio dei contratti in borsa è continuato a scendere a 10.347 euro dai 11.617 euro del 2011, mentre quello dei contratti scambiati sull'obbligazionario è cresciuto a 44.686 euro da 41.032 euro.

Malgrado il difficile contesto per l'azionario e grazie al deciso contributo dell'intermediazione per conto di clienti istituzionali, Intermonte ha scalato la classifica relativa al controvalore intermediato totale sul MTA - l'anno scorso era la numero tre - posizionandosi al primo posto con una quota di mercato stabile del 6,51% Banca Imi è prima in classifica su Domestic MOT con il 13,85%, su ETFplus con il 5,56%, su opzioni su azioni con l'8,80%, su opzioni su indice con il 7,67% e su futures su azioni con il 24,23%.

Banca Sella Holding primeggia su EuroMOT con il 18,64%, Société Générale su SeDeX con il 19,00%, FinecoBank su futures su indice con una quota di mercato del 4,46% e su mini futures su indice con il 16,66%; Banca Akros su Idex domina con il 15,76% del mercato.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia