PUNTO 1-Hera emette su extra-lungo grazie a rating e business solido

martedì 22 gennaio 2013 17:29
 

(Riscrive con contesto, commento, informazioni pricing, cambia titolo)

MILANO, 22 gennaio (Reuters) - Torna, dopo quasi due anni e mezzo, un titolo corporate a 15 anni da un emittente periferico: a lanciarla, questa mattina, è stata l'utility emiliana Hera , con un'operazione da 700 milioni di euro che porta sul mercato il primo bond corporate italiano del 2013 dopo una lunga serie di obbligazioni bancarie arrivate a partire dall'Epifania.

In un clima di rinnovato appetito per la carta periferica - e per i buoni rendimenti da essa garantita - Hera ha potuto contare su richieste complessive per oltre 2,4 miliardi di euro, secondo quanto riportato da fonti interne alle banche lead manager.

"La società ha un rating abbastanza alto nel panorama nazionale, anche meglio di Enel ad esempio, quindi un merito di credito di qualità e un business relativamente conservativo" spiega un banchiere milanese coinvolto nell'operazione. "Questi fattori hanno sostanzialmente permesso di andare su una durata così lunga".

Hera ha un rating BBB+ per S&P e Baa1 per Moodys.

Il titolo, scadenza gennaio 2028, è stato prezzato nel pomeriggio alla pari, con rendimento e cedola pari al 5,20% . La guidance di rendimento era stata inizialmente indicata in area 5,375% (midswap + 320 pb) questa mattina e successivamente rivista in area 5,25%.

"Il rally del mercato che c'è stato nelle prime settimane di gennaio ha permesso di valutare scadenze come quella a 15 anni che anche solo lo scorso dicembre potevano apparire un po' azzardate" prosegue il banchiere, che definisce il collocamento "soddisfacente" e "ben eseguito".

"BOOK DI QUALITÀ'"   Continua...