Mps in asta, ultimo calo -5%, trader citano indiscrezioni su derivato

martedì 22 gennaio 2013 09:57
 

MILANO, 22 gennaio (Reuters) - Mps estende le perdite dell'apertura, arrivando a cedere cinque punti percentuali ed entra in asta di volatilità, con diversi trader e un broker che citano a monte dei ribassi l'impatto delle indiscrezioni del Fatto Quotidiano riguardo a un'operazione di ristrutturazione del debito per centinaia di milioni di euro durante la gestione Mussari. Si parla di un derivato effettuato con Nomura nel 2009.

"Se l'indiscrezione dell'esistenza di un contratto derivato non ancora contabilizzato venisse confermata si tratterebbe di una notizia con impatto negativo dal punto di vista reputazionale: sotto il profilo quantitativo infatti il calo degli spread sui titoli di stato dovrebbe permettere di assorbire agevolmente questa nuova perdita", commenta Equita in una nota.

Alcuni trader confermano l'impatto negativo delle indiscrezioni sul titolo che attorno alle 9,50 è in asta di volatilità con ultimo ribasso del 5%, mentre i volumi sono leggermente superiori alla media di un'intera seduta.

"La notizia è inaspettata e spinge gli operatori a effettuare vendite consistenti" commenta un dealer.

"Il titolo scende sulle indiscrezioni stampa" gli fanno eco altri due trader.

Mps e Nomura non hanno commentato le indiscrezioni.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia