Legge stabilità, tagli a Regioni compromettono servizi - Errani

mercoledì 10 ottobre 2012 15:32
 

ROMA, 10 ottobre (Reuters) - Le Regioni contestano i nuovi tagli previsti dalla Legge di stabilità e dicono che le ultime manovre compromettono la possibilità di erogare servizi.

"Abbiamo una fortissima preoccupazione. Su sanità, istruzione e servizi sociali insistono manovre che compromettono la possibilità di erogare servizi", dice il presidente della Conferenza delle Regioni Vasco Errani.

La Legge di stabilità varata la notte scorsa dal consiglio dei ministri aumenta i tagli alle Regioni a statuto ordinario di 1 miliardo sia nel 2013 sia nel 2014. Le Regioni a statuto speciale dovranno rinunciare ad altri 500 milioni l'anno. In più, la dotazione del fondo sanitario si ridurrà di altri 1,5 miliardi dal prossimo anno.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia