Btp poco mossi con mercato Usa chiuso, non attesi spunti da Eurogruppo

lunedì 8 ottobre 2012 12:58
 

MILANO, 5 ottobre (Reuters) - Il mercato obbligazionario
italiano comincia all'insegna della stabilità una settimana che
sarà scandita dalla tornata di aste di metà mese, mentre poche
novità sono attese dalla riunione dei ministri finanziari della
zona euro a Lussemburgo.
     "Ci sono pochissimi scambi, e non credo che aumenteranno
nel corso della giornata visto che la piazza americana (T-bond)
è chiusa. Dopo il rally di venerdì, c'è stato un lievissimo
ritracciamento, ma davvero poco indicativo", dice un dealer di
una delle principali banche italiane.
    Intorno alle 12,30 il differenziale di rendimento tra titoli
di Stato italiani e tedeschi a dieci anni sale a 358 punti base
dai 353 punti base della chiusura di venerdì,
mentre il tasso del decennale italiano si porta al 5,058% dal
5,069% del finale di seduta di venerdì.
    Nel pomeriggio, a mercati chiusi, il Tesoro comunicherà gli
importi delle emissioni di metà mese in agenda giovedì. Intesa
SanPaolo prevede che verranno offerti fino a 3,5 miliardi di
titoli a tre anni, e 2,5 miliardi suddivisi in scadenze intorno
ai 5 anni. Mercoledì, invece, verranno offerti 8 miliardi di Bot
annuali e 3 miliardi di titoli trimestrali.
    
 SPAGNA E GRECIA SULLO SFONDO   
 Gli operatori nutrono poche aspettative sull'esito
dell'Eurogruppo, da cui non dovrebbero emergere novità sui tempi
di un eventuale richiesta di aiuto da parte della Spagna, cosa
che farebbe scattare gli acquisti bond da parte della Bce.
    "Credo che potrebbe anche essere qualcosa di non immediato,
visto che tutto sommato Madrid ha ottenuto una discesa dei tassi
grazie al solo effetto annuncio del nuovo programma di acquisto
bond", riflette Chiara Manenti, strategist di Intesa SanPaolo. 
    Secondo i calcoli di Manenti, Madrid, sfruttando un contesto
di mercato più favorevole, ha rifinanziato a settembre 36
miliardi di titoli, di cui 14,5 miliardi a medio lungo. E
ancora, il conto disponibilità del Tesoro iberico è cresciuto a
39 miliardi dai 20 miliardi di agosto.
    "Stando così le cose, dal punto di vista del finanziamento,
non dovrebbe esserci tutta questa fretta, e il governo potrebbe
aspettare di vedere cosa succede con la ricapitalizzazione delle
banche. Anche perchè non so quanti avranno l'ardire di speculare
contro la Spagna, visto che potrebbe trovarsi di fronte la Bce",
riflette la strategist. Intanto, oggi pomeriggio diventerà
ufficialmente operativo il fondo europeo di stabilità Esm. 
    Poche indicazioni sono attese anche sulla Grecia, che ha
liquidità sufficiente fino a novembre e non ha ancora incassato
il placet sul nuovo piano di risparmi da parte della 'troika'
del creditori internazionali, che dovrebbe arrivare solo alla
fine di questo mese. Domani ad Atene volerà la cancelliera
tedesca Angela Merkel, in quella che sarà la prima visita
ufficiale dallo scoppio della crisi.
       
    
 ========================== 12,30 ============================= 
  
FUTURES BUND DIC.           141,28   (+0,41)          
FUTURES BTP DIC.            106,35   (-0,12)           
BTP 2 ANNI  (NOV 14)    107,256  (-0,091) 2,433%   
BTP 10 ANNI (NOV 22)   103,855  (-0,135) 5,069%   
BTP 30 ANNI (SET 40)    90,456  (-0,001) 5,765%  
========================= SPREAD (PB)=========================  
                                             ULTIMA CHIUSURA    
TREASURY/BUND 10 ANNI   26            19 
BTP/BUND 2 ANNI          239           234        
BTP/BUND 10 ANNI       358           353    
livelli minimo/massimo              356,1-361,8  351,3-366,9  
BTP/BUND 30 ANNI       345           340        
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   263,0         265,2      
  
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   69,6          71,6      
============================================================== 
    
    
 
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia