Fisco, intero gettito Imu non può andare ai comuni - Tesoro

venerdì 5 ottobre 2012 14:25
 

ROMA, 5 ottobre (Reuters) - Il ministero dell'Economia non ritiene "realizzabile" attribuire l'intero gettito dell'Imu, l'imposta municipale sugli immobili, ai comuni.

Lo ha detto ieri il sottosegretario al Tesoro, Vieri Ceriani, durante la seduta della commissione Finanze di Montecitorio, secondo quanto si legge nel resoconto parlamentare.

"La proposta di attribuzione dell'intero gettito derivante dall'Imu ai comuni non sarebbe effettivamente realizzabile lasciando invariato l'importo del fondo di riequilibrio", ha spiegato Ceriani.

L'Imu è un'imposta nominalmente comunale ma la manovra correttiva di dicembre prevede che metà del gettito riscosso sulle case diverse dall'abitazione principale vada all'Erario.

La nuova Ici dovrebbe fruttare nel 2012 poco più di 20 miliardi, 3,28 dall'abitazione principale e 16,8 dalle altre case, in base alle previsioni di gettito fornite dal Tesoro a inizio luglio. Lo Stato dovrebbe incassare quindi 8,4 miliardi.

Da mesi il Tesoro studia soluzioni per rivedere la ripartizione dell'Imu attribuendo maggiore autonomia di entrata ai comuni.

L'ipotesi principale studiata finora dal governo consiste nel dare ai comuni gli 8,4 miliardi dello Stato riducendo di pari importo la dotazione del Fondo di riequilibrio, che viene ripartito tra le diverse amministrazioni per assicurare a tutti i comuni, al di là della loro diversa capacità impositiva, il finanziamento del livello minimo di servizi pubblici garantito per legge.

Il problema è che il fondo di riequilibrio vale all'incirca 9 miliardi. E, dando tutta l'Imu ai comuni, non ci sarebbero risorse sufficienti per garantire tutti i servizi essenziali attraverso il fondo. Il rischio è che si ripeta una situazione analoga a quella dell'agosto scorso, quando alcuni comuni si sono trovati sull'orlo di una crisi di liquidità per aver ottenuto con l'Imu un gettito inferiore alle previsioni del Tesoro..

Ceriani propone "due soluzioni tecniche: da un lato una perequazione orizzontale, con il trasferimento di parte del gettito Imu dallo Stato al fondo di riequilibrio; dall'altro la destinazione diretta di una quota del gettito derivante dall'Imu al fondo perequativo stesso".   Continua...