Tasse, riduzione non in legislatura, ora evitare aumento Iva- Passera

venerdì 5 ottobre 2012 09:47
 

ROMA, 5 ottobre (Reuters) - La priorità del governo è evitare che l'Iva aumenti in modo strutturale mentre l'ipotesi di un taglio delle tasse non appartiene a questa legislatura.

Lo ha detto il ministro dello Sviluppo Corrado Passera nel corso della trasmissione Radio Anch'io su Radio 1.

"C'è un grande impegno che è di evitare l'aumento dell'Iva in maniera strutturale. Già l'abbiamo rimandato a luglio prossimo, ma l'impegno è che non debba proprio aumentare", ha detto Passera.

"Poi come è stato chiarito, vogliamo creare le condizioni che dalla prossima legislatura si possano ridurre le tasse. Bisognerà scegliere quelle più importanti per quanto riguarda il peso sui cittadini, parte del cuneo fiscale, premiare tutto ciò che nuova iniziativa, impresa, investimenti, è anche un fatto di ridisegno fiscale. Ma non è di questa legislatura, oggi abbiamo dei lavori da completare e il principale è evitare che l'Iva debba essere rialzata", ha detto Passera, che non ha voluto rispondere a una domanda su un eventuale suo impegno politico nella prossima legislatura.

Passera ha anche negato che il varo dei provvedimenti di ieri sera, con il nuovo decreto sullo sviluppo e l'agenda digitale e quello per il taglio dei costi della politica negli enti locali, debbano leggersi come l'inizio della campagna elettorale per il governo Monti-bis.

"E' una forzatura, le cose varate ieri vengono a valle di sei otto mesi di lavoro, sono mesi e mesi che la cabina di regia e gli altri ministeri lavorano. Questo governo fa quello che pensa che sia la cosa giusta per il paese, non importa se con effetti positivi o negativi a livello delle prossime elezioni", ha detto.

(Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia