Italia, Spagna e Grecia meritano di essere sostenute - Ocse

mercoledì 3 ottobre 2012 13:21
 

STRASBURGO, 3 ottobre (Reuters) - I Paesi europei in difficoltà che hanno messo in atto politiche d'austerità per ridurre il debito devono essere sostenuti, secondo il segretario generale dell'Ocse Angel Gurria che ha citato esplicitamente Grecia, Spagna e Italia.

Gurria ha invitato gli stati ad adottare anche misure di rilancio, ad affrontare l'acuirsi della crisi sociale e la perdita di fiducia dei cittadini nei confronti dei loro governi.

"Sono state prese decisioni importanti, ma le misure non sono ancora pienamente attuate e i mercati continuano a punire Paesi come Spagna e Italia, che pure stanno facendo quanto devono", ha detto al Parlamento europeo.

"Il problema è che i Paesi che hanno preso decisioni molto difficili, che hanno assunto decisioni davvero strutturali, non sono appoggiati dalle altre istituzioni", ha proseguito Gurria.

La Grecia chiede un allungamento dei tempi per rispettare l'obiettivo di deficit di bilancio che le è stato assegnato, mentre Italia e Spagna vogliono misure per ridurre i tassi di interesse sui loro debiti sovrani.

"Quando un Paese fa il suo dovere deve essere aiutato e credo che i greci, con l'adozione di misure di austerità, debbano ricevere il sostegno che si meritano", ha detto Angel Gurria chiedendo di dare ad Atene più tempo.

Il segretario generale Ocse ha messo in guardia dai rischi di un eccesso di austerità e dal pericolo di crescenti disuguaglianze e di un clima sociale esacerbato. "Senza la fiducia, la crescita è impossibile", ha detto.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia