Dismissioni, Cdp può supplire assenza mercato - Grilli

mercoledì 3 ottobre 2012 10:55
 

ROMA, 3 ottobre (Reuters) - La Cassa depositi e prestiti può svolgere un ruolo di "assorbimento" nel caso in cui l'andamento del mercato non consenta al governo di valorizzare al meglio gli asset da vendere per ridurre il debito pubblico.

Lo ha detto il ministro dell'Economia, Vittorio Grilli, nel corso di un'audizione alla Camera.

"La Cdp può essere un buffer di assorbimento quando il mercato non c'è", ha detto Grilli.

Il ministero dell'Economia ha in programma cessioni per un punto di Pil all'anno tra 2013 e 2015.

Già nel 2012 il governo conta di concludere la vendita alla Cdp, che è controllata dal Tesoro ma non rientra nel perimetro della pubblica amministrazione, le società Simest, Sace e Fintecna per un importo pari a 9-10 miliardi.

A margine dell'audizione, a chi chiedeva se il governo possa pensare di vendere alla Cdp una tranche di immobili pubblici, Grilli ha risposto: "L'operazione si basa sulla sgr del Demanio. Il Demanio può vendere sul mercato o alla Cdp".

L'Agenzia del Demanio sta per lanciare assieme al Tesoro una società di gestione del risparmio che avrà il compito di valorizzare o cedere almeno 350 immobili, il cui valore iniziale ammonta a 1,5 miliardi.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia