RPT-Tesoro esclude cessioni sue quote Eni, Enel- Grilli

mercoledì 3 ottobre 2012 10:30
 

(Riscrive titolo)

ROMA, 3 ottobre (Reuters) - Il governo non ha intenzione di cedere la propria quota residua in Eni ed Enel a fronte della necessità di garantire l'approvvigionamento energetico, secondo il ministro dell'Economia Vittorio Grilli.

"Le garanzie di approvvigionamento non consigliano le dismissioni della partecipazione residua in Eni e Enel", ha detto Grilli nel corso di una audizione parlamentare sul Def.

Il Tesoro controlla il 31,244% di Enel e direttamente il 3,93% di Eni, mentre tramite Cdp un altro 27,369%. Cdp è controllata al 70% dal ministero dell'Economia.

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia