Trasporto pubblico locale, domani sciopero 24 ore per contratto

lunedì 1 ottobre 2012 15:37
 

ROMA, 1 ottobre (Reuters) - Il trasporto pubblico locale rischia di fermarsi completamente domani per lo sciopero proclamato da tutti i principali sindacati, che durerà per tutta la giornata.

Bus, tram, metropolitane e ferrovie locali si fermeranno con modalità diversa secondo la regione.

A Roma, dice la Filt Cgil, lo sciopero si svolgerà dalle 8.30 alle 17.30 e dalle 20 a fine servizio. Per l'occasione il Comune sospenderà la zona a traffico limitato, e le auto potranno dunque transitare per il centro anche se sprovviste di permesso.

A Milano si sciopera dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio, anche in questo caso sarà sospesa l'Area C.

A Napoli lo stop è previsto dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio; a Torino dalle 9 alle 12 e dalle 15 a fine servizio; a Venezia-Mestre dalle 9 alle 16.30 e dalle 19.30 a fine turno; a Genova dalle 9,30 alle 17 e dalle 21 a termine servizio; a Bologna dalle 8.30 alle 16.30 e dalle 19.30 a fine servizio; a Bari dalle 8.30 alle 12.30 e poi dalle 15.30 a fine servizio; a Palermo dalle 8.30 alle 17.30; a Cagliari dalle 9.30 alle 12.45, e di nuovo dalle 14.45 alle 18.30, poi dalle 20 alla fine del servizio.

Lo sciopero, il primo del settore dopo la pausa estiva, è motivato dal mancato rinnovo del contratto nazionale di lavoro, scaduto da quasi cinque anni, dicono Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Trasporti e Faisa-Cisal.

Le trattative tra sindacati e Asstra e Anav, che riuniscono le aziende del trasporto pubblico, sono interrotte da un anno.

"La crisi economica ha prodotto pesanti tagli alle risorse destinate alle aziende di trasporto pubblico locale: alcune sono già fallite, altre sono in liquidazione, molte hanno dovuto ridurre i servizi e le manutenzioni, con meno corse, mezzi vecchi e più sporchi, minore sicurezza e pulizia", dicono i sindacati in un comunicato.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia