Btp chiudono in rialzo, tono positivo su periferia ma volumi in calo

lunedì 1 ottobre 2012 17:35
 

MILANO, 1 ottobre (Reuters) - Chiusura di segno positivo per
i Btp al termine di una seduta piuttosto lineare in cui il
debito periferico, pur in un contesto di volumi sottili, ha
continuato a beneficiare del risultato degli stress test sulle
banche spagnole, pubblicato venerdì, la cui attesa aveva
appesantito gli scambi nella parte finale della scorsa
settimana.
    L'audit indipendente sugli istituti di credito spagnoli ha
indicato che servono 59,3 miliardi per la ricapitalizzazione del
settore: una cifra consistente ma che ha evitato sorprese
sgradite ad un mercato, posizionato alla vigilia su un'attesa
attorno ai 60 miliardi.
    "Gli spagnoli non ci hanno riservato sorprese spiacevoli,
questo è il meglio che si possa dire sulla questione" spiega
l'analista di Investec Elisabeth Afseth. 
    Su piattaforma Tradeweb, lo spread di rendimento tra Btp e
Bund decennali oscilla lungo tutta la seduta intorno a quota 360
punti base, chiudendo poco al di sopra, in lieve restringimento
dai 367 della chiusura di venerdì. 
    "È stata una giornata interlocutoria, con una periferia
comunque ben impostata, anche i flussi sono stati decisamente
minori rispetto a venerdì" commenta un trader da Milano. "Oggi
abbiamo avuto un Btp in rafforzamento, ma senza grandi spunti".
    Il rendimento sul benchmark decennale italiano si conferma
sempre in vista di quota 5%, con un minimo intraday al 5,06%,
mentre la scadenza biennale tocca un minimo di seduta al 2,51%.
    "La curva si è irripidita di una manciata di punti sia sul
tratto 2-10 anni sia sul 5-10 anni; non un movimento enorme, ma
se il breve si comporta bene è sempre un dato positivo" prosegue
il trader.
    "Anche l'annuncio sulle aste spagnole di giovedì è stato più
o meno nelle attese e anche questo ha contribuito a sostenere il
mercato" aggiunge l'operatore.
    Il Tesoro spagnolo ha comunicato oggi che l'offerta di
giovedì prossimo, sulle scadenze 2014, 2015 e 2017, ammonterà
complessivamente a 4 miliardi di euro.
    D'altra parte, il rialzo del debito periferico si è
mantenuto contenuto nel corso della seduta e i margini di
ulteriore risalita appaiono limitati. 
    Nell'immediato è attesa la conclusione del processo di
revisione da parte di Moody's del rating sovrano spagnolo -
attualmente a Baa3 con outlook negativo - che potrebbe costare
alla Spagna il cosiddetto 'investment grade' (ma proprio questa
mattina Fitch ha affermato di ritenere improbabile un'azione sul
rating spagnolo prima della fine dell'anno,
allineandosi a quanto già detto circa due settimana fa da S&P
 ).
    E resta una sostanziale incertezza sulla reale volontà della
Spagna di ricorrere agli aiuti europei e su tempi e modi
dell'eventuale richiesta.
    "Non credo si vedranno significativi movimenti verso il
basso dei rendimenti spagnoli nel breve termine. Il mercato
attenderà una decisione sulla richiesta di aiuti prima di
muoversi, sia verso l'alto sia verso il basso" afferma lo
strategist di Bnp Paribas Patrick Jacq. 
               
========================== 17,30 =============================  
 
FUTURES BUND DIC.           141,44   (-0,33)          
FUTURES BTP DIC.            105,59   (+0,19)           
BTP 2 ANNI  (NOV 14)    107,101  (+0,169) 2,537%   
BTP 10 ANNI (SET 22)   103,696  (+0,182) 5,084%   
BTP 30 ANNI (SET 40)    89,797  (+0,310) 5,818%  
========================= SPREAD (PB)=========================  
                                             ULTIMA CHIUSURA    
TREASURY/BUND 10 ANNI   18            18 
BTP/BUND 2 ANNI          249           260        
BTP/BUND 10 ANNI       362           367    
livelli minimo/massimo              357,2-368,2  364,6-376,8  
BTP/BUND 30 ANNI       355           360        
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   254,7         248,8      
  
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   73,4          73,5      
============================================================== 
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia