Italia, nuove stime Pil coerenti con previsioni mercato oltre -2%-Grilli

sabato 8 settembre 2012 19:29
 

CERNOBBIO, 8 settembre (Reuters) - Per il Pil italiano il ministro dell'Economia ha una visione coerente con quella del mercato che si attende una contrazione tra il 2 e il 2,4% nel 2012.

Lo dice a Reuters il ministro dell'Economia Vittorio Grilli, confermando che si sta lavorando a una revisione al ribasso della previsione di aprile e che la nuova stima ufficile sarà diffusa il 20 settembre.

"E' chiaro che le nostre stime iniziali (-1,2% di aprile) peggioreranno. Diciamo che siamo coerenti con la visione dei mercati che registrano un peggioramento del ciclo" spiega il ministro. "Ho visto stime tra il -2 e il -2,4%, non voglio dire che il -2,4% (appena pubblicato dall'Ocse) è realistico, ma rispetto al nostro -1,2% c'è stato indubbiamente un peggioramento".

Per quanto riguarda la riduzione del debito/pil, ricordando che la prima terapia è quella attuata dall'Italia riducendo il deficit fino ad arrivare a un pareggio strutturale nel 2013, Grilli fa riferimento alla vendita di asset e alla possibilità di rendere ancora più aggressiva la strategia del governo su questo fronte.

"Vogliamo fare di più. Abbiamo in programma di accompagnare il calo del deficit con la vendita di asset, un esercizio complicato dopo le straordinarie cessioni degli anni novanta", riconosce il ministro.

"Quest'anno oltre alla vendita di società alla Cdp per 10 miliardi stiamo lavorando a un importante programma di cessione di immobili pubblici. Il target è pari all'1% del Pil all'anno. .. Stiamo studiando tutte le possibili alternative per fare di più" continua.

(Francesca Landini, James Mackenzie, Luca Trogni)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia