Ue, Monti propone vertice su populismi che minano integrazione

sabato 8 settembre 2012 16:52
 

CERNOBBIO, 8 settembre (Reuters) - Un vertice tra i leader dell'Unione europea per affrontare il problema dei "vari populismi che mirano alla disintegrazione" e che si stanno insinuando pericolosamente nelle opinioni pubbliche dei Paesi della zona euro.

E' la proposta lanciata dal premier italiano Mario Monti e accolta con favore dal presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy nel corso di un incontro tra i due a Cernobbio, in occasione del workshop Ambrosetti.

"La tendenza crescente dei popoli del Nord Europa a considerare in maniera diversa i popoli del Sud Europa, e viceversa, è paradossale e triste, in una fase in cui si sperava di completare l'integrazione anche dal punto di vista politico", ha osservato Mario Monti, nei giorni in cui la stampa tedesca attacca duramente il governatore della Banca centrale europea Mario Draghi, colpevole, con il suo piano di acquisto bond, di aver firmato un 'assegno in bianco' ai Paesi spendaccioni.

Monti ha proposto che il vertice su questo tema si tenga in Campidoglio, dove sono Stati firmati i Trattati istitutivi della Comunità Europea.

"Ci sono opposizioni e critiche, ci sono caricature, sono consapevole di questo, ma nonostante ciò c'è un enorme sforzo che coinvolge Paesi e cittadini verso il comune obiettivo di uscire dalla crisi. E' una solidarietà de facto che non ha precedenti nella storia", ha sottolineato Van Rompuy, secondo cui un Consiglio europeo ad hoc sull'integrazione politica potrebbe venir convocato alla fine del 2014. "Ma forse sarebbe una buona idea che si tenesse molto prima", ha ammesso.

(Elvira Pollina)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia