Crisi, Ue e Bce chiuse a riccio senza sforzi Italia - Monti

venerdì 7 settembre 2012 12:29
 

BARI, 7 settembre (Reuters) - Grazie agli interventi di questi ultimi mesi l'Italia ha evitato di finire in un "precipizio" e ha consentito alle istituzioni europee come la Bce, nel pieno rispetto della loro indipendenza, di avviare politiche più orientate alla crescita e alla stabilità finanziaria.

Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Monti intervenendo alla cerimonia di inaugurazione della Fiera del Levante a Bari.

"Se quel paese dal quale veniva vista dipendere la sorte della zona euro avesse dato segno di inerziale prosecuzione, di scarsa consapevolezza della criticità della sua situazione, l'Ue si sarebbe chiusa a riccio", ha detto Monti.

"Preferisco che l'Italia abbia conseguito l'obiettivo di schivare il precipizio, preferisco che questi obiettivi siano stati conseguiti anche a prezzo di grandi e severi sacrifici per cittadini e imprese", ha aggiunto.

Ieri la Bce ha annunciato il nuovo piano per l'acquisto illimitato di titoli sovrano necessario a garantire la stabilità dell'euro.

"Adesso l'impegno comune di governo, imprese e parti sociali è creare le condizioni per un nuovo sviluppo economico che si poggi su basi più solide rompendo la gabbia di austerità che ha coinvolto l'economia anche attraverso le nostre mani", ha continuato Monti aggiungendo che, con questo sforzo congiunto, allora il "villaggio faticoso per la rinascita può dirsi cominciato".

"La ripresa oggi non è nei numeri ancora, salvo qualche barlume, ma è veramente dentro di noi ed è alla portata del nostro paese", ha concluso il presidente del Consiglio.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia