Bce ha diritto intervenire per garantire politica monetaria - Barroso

venerdì 7 settembre 2012 11:04
 

FIRENZE, 7 settembre (Reuters) - La Bce ha il dovere di intervenire per garantire l'efficacia della politica monetaria nel momento in cui i governi si impegnano a rispettare le regole.

Lo ha detto il presidente della Commissione europea José Manuel Barroso intervenendo a Firenze al bureau del PPE il giorno dopo che la Bce ha illustrato il piano di acquisti illimitato di titoli sovrani per ripristinare la fiducia e l'efficacia dei canali di trasmissione della politica monetaria nella zona euro investita dalla crisi economico finanziaria.

"Non farò commenti diretti sul piano della Bce. Quello che posso dire, è ciò che penso del ruolo della Bce: penso che non possa e non debba dare un finanziamento diretto ai governi europei, perchè sarebbe in contraddizione con il Trattato. Nel contempo, se i governi si impegnano al rispetto strutturale delle regole, allora la Bce ha il dovere di intervenire per essere sicura che la politica monetaria rimanga integra e in questi casi la Bce dovrebbe intervenire", ha detto Barroso ripercorrendo quanto spiegato ieri dal presidente della Bce Mario Draghi.

"Il presidente della Bce lo ha detto chiaramente: quello che accade oggi è che ci sono problemi di stabilità dell'euro quando non ci sono adeguati canali di trasmissione nella politica monetaria, in questi casi la Bce ha il diritto di intervenire e rientra nell'ambito del suo mandato", ha aggiunto.

La decisione di ieri del Consiglio direttivo della Bce è stata presa con il solo voto contrario della Bundesbank.

Dopo l'annuncio lo spread tra Btp e Bund tedesco è sceso sensibilmente e oggi è arrivato sotto quota 350, minimo da 5 mesi per risalire attorno alle 11.00 a 360 punti.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia