Bund, mercati chiedono a Germania tassi più alti, buon segno-Polillo

giovedì 6 settembre 2012 12:59
 

ROMA, 6 settembre (Reuters) - La bassa domanda registrata ieri nell'asta dei bund tedeschi mostra che il mercato ritiene superato il rischio di default della moneta unica e chiede alla Germania rendimenti dei titoli più elevati.

Lo sottolinea il sottosegretario all'Economia, Gianfranco Polillo, giudicando questo un buon segnale per l'uscita dalla crisi dei debiti sovrani nella zona euro.

"L'insuccesso dell'asta tedesca è un buon segnale per l'Europa. In passato rendimenti negativi, in termini reali, erano giustificati solo dal rischio di un default dell'euro. Oggi gli investitori internazionali chiedono alla Germania qualcosa in più, proprio perché quel rischio sembra ridimensionarsi", spiega Polillo in una nota nel giorno in cui si attendono le parole di Mario Draghi sulle misure che la Bce adotterà per calmierare gli spread.

"Se questo sarà il sentiment dei prossimi giorni, dovremmo attenderci una riduzione degli spread rispetto all'Italia ed alla stessa Spagna", aggiunge la nota.

Ieri l'asta del bund decennale è andata tecnicamente scoperta raccogliendo richieste pari a 3,93 miliardi, ben inferiore all'offerta di 5 miliardi. Il rendimento è rimasto stabile all'1,42%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia